sabato 31 luglio 2010

ADELFIA /Bari nella mia memoria

Ingrandire le foto, cliccandovi sopra!!!

Le foto della festa di San Vittoriano, che rievoca l'ingresso delle Ossa del Santo trasportate a piedi da due fedeli di Canneto da Napoli nel 1753!


Tutti gli anni si celebra con grande devozione e ricchezza di luminarie e musica, in particolare col suono del tamburo.


Di Adelfia ho queste immagini


Torre Normanna, patrimonio, 1147-1153, monumento nazionale


Adiacente il Palazzo Marchesale di Canneto


La Porta



Grazie Vreni per le foto della Festa di San Vittoriano e per il richiamo alla memoria della bella vacanza a Bari e Dintorni!!!

venerdì 30 luglio 2010

TORTA ROVESCIATA di MELE...mia maniera, improvvisata


TORTA ROVESCIATA di MELE



Da un po' di giorni mi frulla in testa l'idea di fare una torta rovesciata di albicocche o di susine...poi mi passa di mente...e la frutta finisce mangiata!
Solo dopo pranzo F 2 (figlio N° 2!!!) avvisa che saranno qui a cena per le sette...e saremo in sette, niente lavoro per me...si prendono le pizze!
Mi sento quasi in colpa...non fare niente mi suona proprio male, allora mi metto con premura a preparare ad ogni costo la tortina rovesciata...alla mia maniera, cioè a usta!!!
Una mela è sufficiente, semplice e sbrigativo!!!



150  g  farina  00
2       cucchiaini di lievito per dolci
scorza di limone
miscelare bene.

Sbattere in una ciotola, con le fruste elettriche
40  g burro scarso con
80  g  circa di zucchero semolato e
2  uova
 quindi aggiungere la farina alternando con
80  g  latte circa.
Si ottiene una crema densa.
 Preparare una teglia quadrata 20 x 20 cm:
  g 25-30 fettine di burro, ca., sul fondo,
scaldare sul fornello, aggiungere
 50-60  g   di zucchero cassonade Antillaise Eridania, bello biondo e dal sapore piacevole  e caramellare per 2 minuti; 



disporvi
una grossa mela golden delicious, cui sono stati tolti il torsolo e la buccia, tagliata trasversalmente a un cm e mezzo di spessore, riempire i fori centrali e le parti scoperte, con pezzetti di mela, o altro, noci, ciliege candite ecc...



 

Coprire  con la crema e mettere in forno scaldato a 170°C per 40 minuti!

Rovesciare dopo pochi minuti su un piatto da portata!.



Era davvero buona...mi stupisco sempre...la rimanenza l'hanno portata via!!!

giovedì 29 luglio 2010

NONANTOLA FIERA AGRICOLTURA ALLEVAMENTO 2010...(una nonna a spasso per la...)

Per vedere le foto ingrandite, cliccare su ogni foto!!!!!

Bene, mica sono mancata anche a questa fiera della nostra zona, in piena estate, per percorrere sentieri della memoria, riflessi nel luogo, nelle esposizioni, nelle attività e manifestazioni collegate all'evento, molto ben strutturato, coinvolgente!


O forse sono io che capto da tutto ciò che mi circonda stimoli suggestivi, piacere di incontri, di esperienze visive, di approcci con personee...i miei occhi, il mio interesse non si spengono un attimo...vado, guardo, corro, scatto foto...e il G. vigila, burbero, a volte scocciato, spesso geloso del perenne fuoco acceso della mia curiosità!


Una domenica mattina, solo un paio d'ore..ci sarebbe stato tanto da vedere, non solo come spazio espositivo, ma anche come moltiplicità di iniziative, culturali, di svago, rievocative durante l'arco della giornata e della settimana ecc... che la fiera annuale di Nonantola offre.
E' l'ora in cui si stanno avviando le attività della giornata...il pubblico non è ancora numeroso, tutto è più accessibile per me, per fotografare, avvicinarmi, informarmi....coordinare un certo tema, seguire il percorso didattico di un'esposizione ecc...
Nonantola: scorci sempre degni di uno sguardo ammirato


i Portici: antico e nuovo



Mi infilo nell'androne accanto al seminario dell'Abbazia...il Giardino Abbaziale è stato riassestato, non ci sono le zone di scavo che per anni hanno un po' sconvolto il suolo, per il reperimento di materiale architettonico interessante, che arricchisce sempre più il museo Nonantolano dell'Ababzia e Civico!
Posso finalmente avere una bellissima visuale della parte absidale della Basilica di San Silvestro, armoniosa, inondata dalla luminosità della mattinata!



La passeggiata nelle vie del paese è una occasione di approccio con vari angoli, stand di prodotti agricoli, di gastronomia, formaggi, cibi tipici, come i calzagatti (paparott!), baccalà fritto in pastella, gnocco fritto...bancarelle di bigiotteria, e in una via centrale, tutta porticata, Via del Passeggio, trovo esposti attrezzi e macchine della Civiltà Contadina.... fanno parte del Museo della cittadina, che ha raccolto questo materiale, cura la sua manutenzione, ne ha catalogato l'utilizzo...è una scuola di vita!
Piod o vomere per cavare le patate,




per irrorare con soluzioni di verderame viti e futti



la gramola per il pane di due tipologie, con rullo scannellato azionato  da manovella a barre incrociate e quella molto più comune, con barra che preme sull'impasto, azionata da una leva
ingresso al Parco della Pace, dove si hanno le esposizioni degli animali da allevamento


Qui si ha una dimensione diversa...un contatto aperto con le varie specie....un po' di tristezza vedere gli animaletti in gabbia...ma ogni anno le condizioni migliorano, e ciò mi consola



I cavalli sono la maggiore attrazione, si svolgeranno varie attività, anche per i bambini

Come sempre mi avvicino ai Bovini Rmagnoli, una razza pregiata, molto frequente nelle nostre stalle nel Novecento, come animale da lavoro, per la sua forza e docilità....Oggi bovino da carne.
Abbiamo pure fatto acquisti di frutta di stagione, albicocche, prugne, meloni...con i profumi e i sapori del frutto maturato sulla pianta!!!!
Alla prossima!

martedì 27 luglio 2010

TORTINA con ZUCCHINA e CIPOLLA ...e golosità!!!

La zucchina quotidiana, pure oggi!!!
Un bel contorno per cena di zucchine arrosto, proprio come le patate a tocchetti, con l'ajòn e il rosmarino fresco! Non avevo la trombetta, che rimane bella consistente...ma pure le altre zucchine, morbide, sono ottime!!!


Che cosa  posso preparare con tre zucchine rimaste? Oggi è fresco e posso anche cucinare con il forno, il Microonde lo lascio per i giorni di calura, per fare altri pasticci!
Eccola qui, una tortina rustica, da conservare in freezer per la calata della mia truppa!
Ma non è andata così!!!


Comincio con gli ingredienti che posso avere in casa




2     uova
3     cucchiai di olio e.v.o.
70    g  farina  integrale bio
130  g  farina  00
80   ml latte
un pizzico di bicarbonato e due cucchiaini di polvere lievitante per dolci (non avevo quella per gnocchi)

120  g  1 cipolla bianca tritata
200  g  zucchine a piccoli dadini
1      cucchiaino di prezzemolo tritato
2 cucchiaini di sedano, foglia e gambo, tritatissimo
2 cucchiai di olio, sale e pepe




Preparare un ragout: stufare in padella antiaderente la cipolla, aggiungere le zucchine e gli odori, cuocere in tutto per una decina di minuti, condire; raccogliere in una terrina e lasciare raffreddare



Miscelare bene le farine con il lievito, il bicarbonato, sale pepe; in una ciotola mettere le uova e con le fruste elettriche sbattere assieme all'olio, quindi a cucchiaiate alla volta incorporare la farina alternando con cucchiaiate di latte. In ultimo aggiungere le verdure.



Coprire il fondo di uno stampo a cerniera con carta da forno, in misura, livellarvi l'impasto denso e mettere in forno ventilato a 170°C per 35 minuti



Lavavo i piatti e la torta bella calda mi occhieggiava dalla tavola!
Il G. è in sala a guardarsi lo sport in TV....
"La devo pure assaggiare!!!", mi dicevo fra me e me, "E se non è buona?"
No, è buona...e pilucco un paio di volte...una fetta non basta, rifilo sempre col coltello...per fortuna che c'è lo sport e il G. non controlla la golosona!

Scandaloso...quasi un quarto di torta mi sono mangiata!
Devo trovare una via d'uscita...bene, taglio due bei tranci, li metto su un vassoietto, avvolgo con carta stagnola e...
"Vengo subitooooo!!!", aprendo la porta, mando voce al fantasma del divano.
" Vado da Lorena!!!"
E corro dalla vicina!

Le piacciono le mie sperimentazioni culinarie.....

Sul tavolo è rimasto un misero quarto di torta, che mangeremo domani da apripasto!
Così il G. non saprà mai quanto ne ho mangiata, stasera....dopo cena!!!


Un COMPLIMENTO per un' AMICA: DONATELLA!




Nel mio peregrinare, ormai un po' a corto di fiato, nei blog e nei forum, incontro tante persone con cui  riscontro una specie di  affinità a pelle, per i concetti che spesso collimano, per il modo di operare, di affrontare la vita, gli impegni, le traversie...ma anche le cose gioiose, brillanti, e tutto questo con grinta, apertura mentale, capacità professionale e "buon senso"


Non posso esimermi dal presentarla anche ai miei amici:


Grazie Donatella, cara papera magra, come vuoi chiamarti tu...sei una ragazza in gamba, fattiva, senza grilli!


Prendo spunto dal tuo post di oggi, un pranzo di nozze davvero speciale, ricco, tradizionale, regionale, ma anche interregionale...a leggere il menu e a guardare le foto provo davvero piacere e sono convinta che molti altri potrebbero apprezzare il lavoro tuo e dei collaboratori, curato, ben elaborato e senza fronzoli inutili!!!!
Buon lavoro...e tanta felicità!


lunedì 26 luglio 2010

DOMENICA .... un MENU VERDE in TAVOLA: RADICCHIO , ZUCCHINE e altro!

Elogio al RADICCHIO VERDE COMUNE, che rigoglioso, malgrado il gran caldo, si rigenera da ogni sforbiciata che mia sorella dà alle foglie verdissime, resistenti e amare, che abbondano nel suo campo coltivato ad orto!




Dei sacchi di radicchio mi arrivano un paio di volte la settimana e....io strologo per utilizzarlo al meglio!
Ho pure realizzato erbazzoniCi ho fatto i tortelloni in tuta mimetica, 
Con la stessa pasta ho ritagliato delle mafalde smerlate.






Ho condito così:
Cipolla Tropea stufata in olio, mezza zucchina bolognese tritata, un piccolo trancio di mortadella Bologna IGP, sale e pepe, grana padano a julienne

 

Poi, per non andare fuori tema, per secondo c'erano zucchine a barchetta, farcite con formaggio, pane, mortadella; 
contorno Tropea e radicchio verde in insalata!!!!
Una scorpacciata di sali minerali, no????