venerdì 31 agosto 2012

CREVALCORE: WEEK END per LA RICOSTRUZIONE

e per rasserenare un po' gli animi...i problemi ci sono, tante famiglie alle prese con lavori di riparazione alle proprie abitazioni; agricoltori con disagi per le strutture abitative e i magazzini-capannoni non agibili; molti che vivono lontani, da parenti; le scuole ancora da finire; il polo sanitario ancora da completare nelle strutture provvisorie;  la maggior parte dei negozi ed esercizi pubblici ancora inattivi...

Ore di conforto, ristoro e svago nelle manifestazioni in programma!





La FRITTATA DOLCE con le PERE

Mi stanno arrivando pere, che mi maturano troppo in fretta, arrivano dalla campagna già in piena maturazione sulla pianta, per cui dovrei programmare confetture e conserve sotto sciroppo...ho poco tempo, le utilizzo man mano in piatti in cucina,  pesso unite a patate o zucchine e anche a melanzane stufate o arrosto!
Stavolta ho fatto una larga frittata...dolce!
Testo e foto di ivanasetti

4  pere williams tagliate a dadini piccoli
1  mela golden delicious pure a dadini, di uguale maturazione, non sfatti
1  cucchiaio zucchero
1  fettina di burro
Mettere a glassare in padella, finché morbidi

In una ciotola mettere 
1 cucchiaio di farina,
 4 frollini sfarinati, cioè tritati in un sacchetto con il mattarello, 
1 bicchierino di liquore all'albicocca, avevo quello, 
un pizzico di spezie saporite,
1 cucchiaio di zucchero 
5 uova fresche
Intridere farina e biscotti con il liquore (poco alcolico, essendo avanzo di frutta sotto spirito), poi sbattervi  le uova uno alla volta,
1  pizzico di bicarbonato, cioccolata fondente grattugiata per rifinire!
E' un dessert che abbiamo mangiato sul prato dopo cena!



Avevo poco tempo per fotografare!

Nella padella più piccola ci sono le pere e la mela a glassare, nella grande ho cotto da una parte la frittata, con il coperchio l'ho fatta scivolare capovolta in padella, ho coperto la frittata con le pere, e ho finito di cuocere, quindi l'ho passata in un largo piatto di portata.
Tiepida vi ho grattato sopra la cioccolata fondente!

E' stata gradita a tutti!

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.



giovedì 30 agosto 2012

CREVALCORE: la PARTITA per la RICOSTRUZIONE delle SCUOLE

La giornata è serena. assolata, ma godibile, senza afa né calura!
In bicicletta mi dirigo alla Zona Sportiva, passando dal cantiere che sta lavorando notte e giorno alla posa dei moduli prefabbricati, per consentire lo svolgimento normale dell'anno scolastico, in maniera dignitosa e non disagiata, a tutti gli scolari e studenti del nostro comune!
La ricostruzione delle nostre scuole  richiederà uno sforzo immane, e anche un lungo periodo di tempo, speriamo entro i due anni!
La stima in moneta è di 12 milioni di Euro!
In tutte queste settimane si sono moltiplicati gli eventi che avevano lo scopo di raccogliere fondi per la ricostruzione, delle scuole soprattutto!
Vado al Campo Sportivo...l'evento prossimo è per venerdì 31 agosto e lo vedo nella locandina che trovo nella bacheca nella facciata del Campo Biavati

Testo e immagini di ivanasetti

Trovo aperto l'ingresso al campo, mi ci infilo...ci sono stata una sola volta, e nella partita non giocava né il marito, né il figlio...non mi portavano mai quando giocavano loro, forse pensavano che portassi sfortuna! Non ci sarei andata, non mi fidavo delle mie reazioni...chissà quanto avrei urlato..o forse no.
Il nostro campo è discreto, abbastanza nuovo, anche se non so se sia giusta la data scolpita su un cordolo della pista per l'atletica, che riporta il 1987...non sono ancora riuscita a trovare delle date e dei dati sul Campo Biavati! Il cognome Biavati ritorna nel blog...chissà se era parente con il Biavati di Villa Biavati o dei Tre Leoni...già descritta mesi fa!



e dall'interno


Due signori stavano facendo dei lavori dall'altra parte, ma si sono avvicinati e ho potuto parlar loro, e sono stati così gentili che mi hanno regalato un libro dei cinquant'anni dell' AC Crevalcore...e così mi sono rivista la snella sagoma del G. in alcune foto degli anni Cinquanta, e pure del figliolo negli anni di fine Ottanta, inizi Novanta!

Il silenzio del campo è quasi innaturale, ma spero che venerdì 31, dalle 20:30 si trasformi in un vivace leale scontro fra ex calciatori e artisti...e che l'incasso sia davvero generoso per accrescere pian pianino il mucchio di soldi per la ricostruzione delle scuole!
Ora...si riparte, dice la locandina, per smuovere davvero quelle tristi lancette ferme ancora alle 9:01 del 29. Maggio 2012!

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.

mercoledì 29 agosto 2012

2012 GIORNATA EUROPEA CULTURA EBRAICA, a FINALE E. /MO


Anche quest'anno ci sarà la Giornata Europea della Cultura Ebraica domenica 2 settembre!
Finale nell'Emilia, una cittadina ferita gravemente dal Sisma, che ha distrutto i suoi più importanti monumenti e ha arrecato tanto disagio in tutta la cittadinanza, si appresta a onorare questa manifestazione, pur nel momento ancora difficile.




Trasmetto la locandina del Comune di Finale Emilia, inviatami da Maria Pia Balboni, autrice di molti libri sulla storia della Comunità Ebraica di Finale, che sarà la coordinatrice delle visite in programma al Cimitero Ebraico e al Ghetto!
testo e foto di ivanasetti 





Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.





martedì 28 agosto 2012

MENU ESTIVO di nonna ivana...in fattoria!

Le melanzane, gli zucchini, i pomodori e il prezzemolo appena raccolti nell'orto, il petto di tacchino e il pacchetto di pasta gobbetti comprati dal negozio, che si trova  in una piccola borgata del nostro comune, immersa nella campagna...tutto è pronto nell'ombra della cucina enorme!

Verso le undici le fatiche della preparazione della conserva di pomodoro col metodo antico delle nostre campagne mi vengono risparmiate...vengo spedita in cucina a preparare il pranzo per quattro uomini e noi tre donne!

La  tranquilla atmosfera segnata dal canto superbo del gallo e dal gro...gro delle galline che avvisano della posa dell'uovo, mi consola, isolata nella cucina enorme,  con la TV perennemente aperta, con sottofondo sfumato, che io manco seguo e il mucchio di derrate pronte davanti a me sull'enorme tavolo di marmo di un metro per due!

Non mi sento in imbarazzo, conosco già la cucina, so come fare con questi frutti estivi, anche se un lieve dubbio mi si affaccia sempre...gradiranno la mia cucina?So che ci sarà sempre un salame che sostituirà la mia pallida carne, dai sapori insoliti ai loro palati...ma procedo spedita, all'una si mangia!

La polpa di tacchino con la gramolata...un must nella mia famiglia da una cinquantina d'anni...le zucchine trifolate all'origano pure, i pomodori con ripieno di prezzemolo, pane e aglio non mancano mai d'estate, e le melanzane le riserbo per un primo, pure poco consueto in questa casa...eseguirò tale menu!

O questa minestra o ...giù dalla finestra, si dice qui da noi, non so se giù dalla finestra ci va la minestra, o...l'obiettore alla minestra!

Foto solo tre, e manca il primo piatto...ero troppo impegnata per prendere in mano la macchinetta...e le mie mani erano pure sempre poco pulite per fare fotografie!

Testo e foto di ivanasetti

La ricetta per i BOCCONCINI di PETTO di TACCHINO segue il metodo come per l'ossobuco di tacchino, infarinato, rosolato, sfumato con vino bianco secco, poi continuare la cottura con brodo, e solo prima di servirlo aggiungere la gramolata di scorza di limone, aglio, prezzemolo.

I POMODORI FARCITI a metà con gramolata fine di prezzemolo, pane e aglio, qui cotti in padella pesante di alluminio sul fornello.

ZUCCHINI  all'ORIGANO : in padella larga antiaderente fare stufare con olio fettine sottili di zucchino, in pochi minuti, mescolando per non farle brunire, solo alla fine salare, pepare e cospargere con foglioline secche di origano!

Per la pasta GOBBETTI  alla MELANZANA e ZUCCHINI, con aglio e melanzana pelata e tritata a dadini, velocemente rosolati, mescolati con attenzione, a metà cottura aggiungere le zucchine a dadini pure, e cuocere a fuoco vivace, mescolando spesso, alla fine ho condito con la gramolata che mi ero trattenuta, per dare un sapore più pronunciato!


 Conclusione:  il salame è rimasto in cantina, intonso! 

 

Scusate le chiacchiere...sul mondo rurale!

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.


lunedì 27 agosto 2012

CREVALCORE, POLO SCOLASTICO, PARTE 2...e la PIZZA per le SCUOLE

Una domenica iniziata con nuvole e pioggerella quasi incosistente, che ha solo intriso un velo di polvere al suolo...indi il cielo si è schiarito, la temperatura è rimasta gradevole, anche un venticello ogni tanto spazzava ancora di più il cielo!
I lavori al cantiere sono continuati nella notte e nella giornata festiva, gli elementi dei moduli stanno infoltendosi sul terreno, si delineano le future sagome delle strutture che ospiteranno il Polo Scolastico provvisorio per Crevalcore!

Testo e foto di ivanasetti


 
In bicicletta siamo andati al Parco Nord, dove si svolgeva la serata con la pizza, il cui ricavato andava a favore delle scuole
Un enorme tendone ancora illuminato dal sole, ma le ombre si insinuano, non permettendomi di avere delle foto decenti






Due serate di svago e cena simpatica promosse dal Comune. la Pro Loco, e dal negozio Fantasy, pizza da asporto, del Centro Storico di Crevalcore.
Il tempo è stato clemente, sia per i lavori al cantiere, che per l'affluenza di gente al tendone della Pizza!
L'Istituto Superiore Marcello Malpighi, Istituto Professionale di Stato per l'Industria e l'Artigianato, con tre sedi, a Crevalcore, San Giovanni in Persiceto e a Bologna e pepara degli ottimi meccanici, elettricisti, operatori nel settore tessile, turistico, odontotecnico...
L'edificio consistente in due blocchi , la parte più antica e la parte allargata per le nuove tecniche, prepara personale per le importanti ditte del Comprensorio, Lamborghini, Maserati, Bugatti, e presso ditte di Abbigliamento, elettronico...



Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.


domenica 26 agosto 2012

CREVALCORE, il POLO SCOLASTICO! PARTE PRIMA

La situazione fu grave alla prima scossa del Sisma del 20 maggio, ma non sembrava compromessa completamente l'agibilità degli edifici, ma con le scosse successive,  la più dirompente fu quella del 29  maggio, si ebbe la chiusura totale.
La Scuola Elementare G. Lodi, un bell'edificio dell'inizio Novecento, rimane sbarrato, i portali deserti, le finestre semichiuse, il monumentale cancello d'ingresso al cortile-giardino interno fu serrato e barrato.

Testo e foto di ivanasetti

SCUOLA ELEMENTARE G. lODI di Crevalcore


Senz'altro lo studio dettagliato delle possibili soluzioni al grave problema ha portato a delle scelte.
Si è pensato di mantenere in essere gli edifici, di programmarne il recupero e la ristrutturazione sicura e a norma, opere che richiederanno circa un paio d'anni, e nel frattempo si debba ricorrere a strutture prefabbricate che possano accogliere la popolazione scolare di oltre mille ragazzi, dalle elementari all'istituto superiore.
I lavori sono iniziati il 20 di agosto, con alacrità si sono spianati gli estesi campi di stoppie adiacenti la zona sportiva, un terreno agricolo, un quadrilatero irregolare, e al 25 di agosto, con intenso lavoro  con numerosi mezzi per movimento terra, trasporti, escavazione, bracci meccanici e gru ecc...si sta già delineando la sagoma di moduli-container che entro il 17 di settembre dovrebbero poter accogliere arredo e materiali didattici da recuperare dagli edifici vecchi e permettere l'avvio puntuale dell'anno scolastico! Naturalmente il tempo asciutto di queste settimane collabora alla esecuzione dei lavori, e pur desiderando disperatamente la pioggia, si spera che non si presentino condizioni pessime da dover interrompere i lavori.
Io sono a poche centinaie di metri e sento sempre i rumori, seguo il brusio del cantiere, scappo a guardare, fotografare, con ansia vivo l'attesa del compimento dei lavori della realizzazione di un polo scolastico decente, valido, vivibile, che non crei eccessivo disagio fino al passaggio definitivo agli edifici scolastici  rimessi a nuovo, sicuri, affidabili! 
Ascoltavo fra la gente commenti, non so quanto attendibili, e proposte di  scelte diverse, di demolizione dei vecchi edifici e di costruirne di nuovi, moderni, di minori dimensioni, con criteri architettonici più funzionali, ecologici, senz'altro più economici nella manutenzione, nel riscaldamento ecc... Io non so valutare la bontà dell'una o dell'altra scelta...importante che siano strutture davverro affidabili nella sicurezza per generazioni di studenti, personale docente e non che vivranno parte della loro giornata in quelle strutture pubbliche






Le stime dei costi da affrontare per il recupero degli edifici scolastici sono state rese note in questi giorni e a Crevalcore  si hanno i danni maggiori, sui 12 milioni di Euro, da destinare alle scuole del territorio comunale.

 Speriamo che la pioggia, così intensamente aspettata  non impedisca la seconda serata di

PIZZIAMOCI SU


Metto pure in evidenza una comunicazione da parte del Comune di Crevalcore

ASTA DI OPERE D'ARTE

continua.....

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.