domenica 28 luglio 2013

PRANZI E CENE SOLO COL MICROONDE IN CASA MIA!

Caronte è davvero il nemico numero uno, ma non lo si può combattere ad armi pari, lui vince sempre, finché non cambia la pressione atmosferica...in cucina è poco piacevole lavorare...
Quindi il Microonde è quell'elettrodomestico che utilizzo quasi esclusivamente, a parte la bollitura di pasta e poco altro!
Mettiamo un primo:
CONCHIGLIE con zucchine, peperoni cotti al MW 

Testo e immagini di ivanasetti
Ho preparato per contorno delle verdure al MW, zucchine, tagliate a tocchetti, falde di peperone, e ho aggiunto queste verdure tagliandole semplicemente e condendo la pasta bollente, le verdure si sono riscaldate al calore della pasta...è un piatto che si mangia bene tiepido, e d'estate è l'ideale!

Un secondo di pesce, facilissimo, con salamoia bolognese:
CODE DI ROSPO al MW
Scongelare le code di rospo, asciugarle bene tamponando con carta da cucina, metterle con succo di limone per un'ora circa, asciugarle ancora, cospargere con salamoia bolognese e rotolarle in pangrattato bianco
Oliare bene una pirofila in misura, adagiare le code, aggiungere poco olio evo,  coprire bene con pellicola, fare pochi fori
e cuocere al MW per 7 minuti a 700 W, lasciare in forno spento una decina di minuti, scolare l'eventuale liquido fuoriuscito dalle code, prima di servirlo dare una cottura di 2 minuti, scoperto, stessa potenza

La base per piatti di verdure consiste in melanzane, zucchine, peperoni precotti al MW, poi, anche il giorno dopo, assemblare a seconda dell'estro o di quello che si ha!
Melanzane di 1 cm, cotte fra due piatti, per 4 min. a 700W 

MELANZANE FARCITE TIPO PIZZAIOLA A DUE STRATI, VEGETARIANO
 Unite a due fette alla volta, farcite con salsa di pomodoro (fatta con cubetti di pomodoro, un po' di cipolla tritatissima e aglio, sale, cotta per 10 minuti),  abbondante parmigiano semistagionato a julienne, origano, sale e pepe, cottura MW a 500W  per 4 minuti

fatto in questo modo
oliare la pirofila e posarvi le fette, spennellarle con olio, mettere la salsa, un po' di sale, origano, parmigiano
coprire con la seconda fetta, farcire come prima

Questa cottura è quindi veloce, pulita, economica e modificabile a piacere!

Insalata che faccio , molto fresca e pure modificabile e a crudo:
mela, carota, cetriolo, sedano, succo di limone, si conserva alcuni giorni in frigorifero, non cambia colore, aggiungo pomodoro fresco solo a cubetti prima di condire con olio per le porzioni necessarie.

INSALATA MISTA
1 mela golden, 2 carote grandi, grattugiate a julienne, 1 cetriolo grande, pelato, tagliato a pezzettini, due gambi di sedano fresco croccante sempre a pezzettini, poco sale fino, il succo di 1 limone.
Mescolare il tutto, mantenere in frigo chiuso in un contenitore. 


Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.







CREVALCORE: SABATO MATTINA DI LUGLIO 2013 IMMAGINI E PAROLE

Devo fare un giro alla mia piazza, dopo cinque giorni!
Arrivo come sempre a Porta Bologna, ed eccola con l'accesso ancora più limitato, si passa solo attraverso il sottopassaggio dell'ospedale..sono in corso lavori di consolidamento nell'edificio, 
e anche nel vicino Palazzo Cavallini, un edificio che appartenente all'ospedale Barberini, i lavori sono in corso, e il cantiere è attivo anche il sabato


mentre l'adiacente portico, occupato per buona parte dal UNICREDIT, una banca, è ancora in attesa...e elemnti delle colonne stanno sgretolandosi, le erbacce crescono fra i sanpietrini, o a ridosso di muri e colonne
mentre nel portico di fronte, dopo la mole ingabbiata del teatro brilla la vetrina del negozio di scarpe di Natalina, che presto rientrerà con l'attività, e nel riflesso si intravede il portico di fronte, dove la Cassa di Risparmio ha riaperto gli sportelli da un paio di settimane.
 
Arrivo in piazza Malpighi e subito mi reco dietro al campanile e sbircio dalla rete arancione per vedere le tegole e il materiale di recupero della Parrocchiale di S. Silvestro, che ha le facciate fragili, con tante crepe che si dipartono zigzagando dalle finestre gotiche, verso la copertura, pure essa in parte crollata
e avanzo verso il centro della piazza
e colgo il complesso della chiesa, che dopo un anno riceve l'intervento di messa in sicurezza.
Ho come la sensazione di stare osservando un malato che iace sul suo letto e ne voglio descriverne le ferite.
Verso Porta Modena si ha una piccola speranza in più, Lucia è subito dopo il Municipio, pur esso messo in sicurezza, e gestisce il suo negozio di profumeria, in cui è rientrata da un paio di mesi...poi sotto lo stesso portico troviamo l'Enoteca Papi, già aperta dal settembre 2012, le banche di fronte, oggi chiuse, hanno dato pure esse un impulso maggiore a questa parte ovest del Corso Matteotti, un negozio di formaggi, poi un gioielliere, un ufficio, praticamente buona parte dei portici è da mesi agibile, e alcuni commercianti hanno ripreso l'attività!

E soprattutto nell'ultima parte verso Porta Modena c'è un forno, l' American Bar Malpighi e la Tabaccheria Edicola Francia, dove io mi rifugio, passo un po' di tempo nel retrobottega a ciarlare con Leda, a ritrovare ricordi comuni a scambiare ricordi che ci appartengono individualmente...e come un liberare la mente dall'ansia, dalla tristezza di quello che il Centro Storico vive...
Il Sabato del Villaggio è questo...mi incammino di nuovo verso Porta Bologna!
Nessuno, e non è ancora mezzogiorno, indisturbati i piccioni passeggiano sul selciato...
mentre la mole del Teatro oscura il corso, e silenzioso un anziano signore in bicicletta mi sorpassa!

Un sorriso mi suscita l'hibiscus coccineus, o la Scarlet Mallow, con i suoi fiori scarlatti in un cespuglio che d'inverno sembra non esistere, ma che in primavera inoltrata, quindi poche settimane fa, riprende a verdeggiare, offrendo ventagli di foglie frastagliate come quelle della canapa, che i messicani chiamano marijuana...ma non ha niente a che fare con quella!


Sabato sera c'è invece più vita, sempre eventi di speccacolo o enogastronomici...ma io li frequento poco!!!

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.


venerdì 26 luglio 2013

LUIGI GUICCIARDI: "UNA TRANQUILLA CITTA' DI PAURA"

Il 25 Luglio è uscito l'ultimo "noir" dello scrittore modenese Luigi Guicciardi e con vero piacere ho letto, in attesa di avere il libro realmente in mio possesso, i brani riportati sulla pagina Facebook del "Commissario Cataldo", che conosciamo già da quasi tre lustri, con le uscite di romanzi gialli, o noir, sempre molto curati nella scrittura, nella trama...


qui riporto il mio parere che scrissi per la presentazione 

GUICCIARDI a PALATA

"Una scrittura "scevra" da difetti "appiccicosi", come intendo io...che leggevo gialli per lo più americani, incisivi, intensi...Una certa mia idiosincrasia verso il romanzo giallo italiano col tempo si è quasi annullata, partendo già da lontano, data la mia età, con Scerbanenco, poi dagli anni 80-90, nella lettura di autori "nostrani" di gialli!!!
Bene...questo è il nuovo libro di Guicciardi, modenese, scrittore prolifico, che ha basi solide, data la sua professione di insegnante liceale di materie letterarie, e i suoi lavori di ricercatore pubblicati da testate importanti nazionali...
Ho letto di corsa il primo capitolo, e ritrovo con piacere il suo stile, le sue brevi frasi, il tempo scandito in modo naturale, la psicologia plausibile, la presa istantanea della nostra attenzione, senza trucco, o, se c'è, ben strutturato, non banale.
L'ambientazione è ancora a Modena...e dintorni, come sempre! Io amo vedere anche attraverso le descrizioni degli scrittori l'anima di un luogo, per ritrovarvi anche le mie sensazioni!
----E troveremo ancora il Nostro Commissario CATALDO!"


Buona lettura
Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.


martedì 23 luglio 2013

CREVALCORE...LA FIERA 2013 E' STATA......

una parte di Corso Matteotti colorata a pastello, con bancarelle  che hanno schiarito l'atmosfera, sembra una fata morgana...ma era vero!


Guardavo e ascoltavo, era un piacere ritrovato, di cui ora ero cosciente: la gente è in piazza, cammina  serena, si sofferma, le bancarelle sono per lo più di piccoli hobby, come ricami, oggettistica, monili, ceramiche, quadri...ma anche bancarelle del contadino, con enormi cocomeri verdi, verdure fresche di stagione, e frutta....
E il brusio di voci, parole e suoni mi accompagnava, non ero tanto interessata alla merce, quanto all'essere fra la gente, con la gente, alleggerita dell'ansia che ti prende, durante la settimana, quando in bicicletta arrivi a Porta Bologna e vedi l'immoblità delle cose, inaturale, e io sempre con la macchinetta a fotografare impalcature, armature, cinturazioni, sostegni, ferro e legno, che sostengono edifici privati e pubblici, banche e chiese, teatro e municipio...e la serie di portici deserti, dove i piccioni svolazzano in cerca non so di che cosa.
Commossa mi avvicino all'edicola, verso Porta Modena, e nel fresco del retrobottega con Leda mi trattengo a chiacchierare...e il brusio ci arriva dal corso, e troviamo il sorriso, la leggerezza del tempo passato!!!

Fiera è sentire la musica che arriva da tante parti del paese, ogni angolo agibile ha un evento di svago, e i profumi di cibo di strada verso sera s'insinuano nell'aria, e vien voglia di sedersi e mangiare ai tavolini una piadina farcita al prosciutto, o con un pezzo di salsiccia alla piastra, che cola di grasso bollente!!!

Fiera è trovare dei gruppi che  studiano per tempo delle oasi di curiosità, dalle moto, alle macchine, biciclette e questo lo chiamiamo...SESSANTIAMO, l'evento che io  visito con più entusiasmo, mi piacciono le persone, signore e ragazze che già mesi prima "combinano" il da farsi, lavorando su un'idea, stavolta l'abbigliamento ha avuto un'applicazione predominante, dalla sala del Hotel Roma da tanti anni chiuso, che rivive proprio solo in queste occasioni di una fuggevole riapertura con l'esposizione  di tanti abiti da sposa...non importa se il locale è dotato di poca luce, procurata da prolunghe esterne, la gente si aggira ammirata, sognante, nostalgica...e ascolti le  sartine che apprezzano la confezione artigianale, il tessuto, il taglio...e accessori del corredo che accompagnava la sposa nella nuova casa....e incantevoli camicie da notte con vestaglia , di puro nylon, quello che era una fibra nuova, che veniva dal favoloso west!






Sì, le quattro serate della fiera sono state una festa, la danza, la pesca, dove si vince quasi sempre, piccole cose...la birra fresca al Bus Londinese, rosso, a due piani, con il marchio della birra Guiness a lettere cubitali...

Festa era mangiare il gelato, passeggiando accanto alle tende esotiche, come quelle del deserto, con cupole bianche, sullo sfondo verde dei tigli dei viali di circonvallazione...i macchinari esposti,  i prodotti, i cibi, le tipicità...

Non siamo sempre andati, e inoltre non stavamo a lungo...sembra una ubriacatura, non siamo più avvezzi alle uscite serali, ci si stanca, le luci , il rumore , gli altoparlanti, i ronzii stordiscono...si ritorna alla quiete della casa!

Fiera è incontrarsi con amici e parenti che non si vedono spesso, comprare l'oggetto della fiera, un ventaglio, un vestitino, le olive pugliesi o le cipolline sotto aceto, la porchetta a fette, calda con pane toscano... la fiera è mercato per tutta la domenica...ma il caldo è sempre tanto e spesso si rinuncia!

E domani torno alla piazza e...l'atmosfera non sarà più di fiera!
Testo e immagini di ivanasetti
Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.

sabato 20 luglio 2013

CREVALCORE 2013: SESSANTIAMO! RAGAZZE CHE CE LA METTONO TUTTA PER FARE COSE INTELLIGENTI!

Il SESSANTIAMO è diventato un must per Crevalcore, malgrado le avverse vicissitudini vissute negli ultimi anni!
Guardata un po' che hanno combinato quest'anno le nostre ispiratissime, energiche, fantasiose e avvezze alle fatiche, ragazze di Crevalcore!

Anteprima
Oggi 20 luglio si concentra l'evento con gli appuntamenti:
Teto e immagini ivanasetti


 






Le dimostrazioni per acconciature, abbigliamento, stasera alla sfilata!!!
Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.