Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2014

CREVALCORE, ROSARIO IN PIAZZA PER IL 2. ANNIVERSARIO DEL SISMA

Una visita alla nostra Piazza Malpighi nella sera, immersa nella luce del tramonto...una sera mite, il percorso a piedi per noi due è un po' faticoso, ma bisogna esserci, con l'animo ancora nella tristezza, a ricordare il 29 maggio, la scossa sismica delle ore  9:03 La commemorazione è una cerimonia religiosa, il Rosario recitato davanti all'immagine itinerante della Madonna dei Poveri, cui è titolata la Chiesa Provvisoria, eretta un anno dal terremoto.  In questo secondo anniversario il Rosario è un momento di preghiera, di supplica e di ringraziamento...una maniera per alleggerire gli animi dando fiducia e speranza. E' commovente ascoltare nella piazza il suono e le parole delle antiche devozioni, i canti dedicati alla Madonna, che  ricordano le recite del Rosario a maggio negli oratori di campagna e di paese, o anche semplicemente davanti a una Maestà, i pilastrini devozionali, all'aperto, nei crocevia delle strade, o nelle periferie dei paesi. La Banda int

SANT'AGATA BOLOGNESE: LA VILLA NEL POZZO, DALLE ZOLLE SMOSSE SI RIVELA UN COMPLESSO RUSTICO ROMANO

...e all'interno di un pozzo in molti strati è stata custodita e conservata nei due millenni la testimonianza del quotidiano degli antichi abitanti! Il pozzo affascina, la sua acqua è uno specchio rilucente, che, dal tunnel nero in cui sprofonda, danza nei cerchi vivi che  crea il secchio che vi si immerge...o quando l'acqua è immota tu cerchi la tua testa in quello specchio, o, gettando un sassolino vuoi sapere fin dove arriva, e ti chiedi cosa ci sarà mai in quel fondo oscuro!!! Un rustico, ovvero quel complesso autonomo dell'economia contadina, che ho conosciuto da bambina, al suo centro, nell'aia, aveva il pozzo e la fornacella pure in muratura, con la sua incanalatura per il fumo, che non ti soffiasse in faccia quando vi si bolliva l'acqua per il bucato, o vi si cuocevano le confetture per l'inverno o le conserve di pomodoro...ma il nostro pozzo era vivo, aveva la sua carrucola ben oliata...e appeso con una corda fissata alla parete c'era anche il ce

SANT'AGATA BOLOGNESE, FIERA DI MAGGIO 2014...

dal sito del comune:   DAL 21 AL 25 MAGGIO 2014 torna l’attesissimo appuntamento con la Fiera di Maggio di S.Agata Bolognese che nel 2014 toccherà la sua 33a edizione. Un appuntamento unico per l’intera area Persicetana che vede spettacoli, mostre, mercati, auto d’epoca, manifestazioni sportive convivere e dare vita a un evento che, nato come sagra tradizionale, negli anni si è sempre più ingrandito diventando speciale sia per la durata (cinque giorni) che per la tipicità degli espositori ma anche per l’offerta culturale e di spettacolo. Organizzatrice dell’evento è l’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI S.AGATA, con il supporto delle locali associazioni di volontariato quali Auser e Pro Loco, convinta che “le iniziative come la Fiera rappresentino un’opportunità di crescita, di sviluppo e di sostegno al paese assolutamente necessarie, uno strumento per fronteggiare la crisi economica, un’occasione per attrarre visitatori, una efficace azione di promozione del territorio, delle sue tradiz

GIRO D'ITALIA 2014: 20 MAGGIO, PASSAGGIO DELLA TAPPA ATTRAVERSO CREVALCORE E PER I PAESI TERREMOTATI

20 maggio 2014...E' stata una giornata mesta...una specie di inerzia fisica, come in sospeso...il ricordo del 20 maggio 2012, la prima forte scossa di terremoto, il brusco risveglio, le repliche delle scosse...si era attoniti, impauriti, , timorosi di rientrare nelle case... l'attesa di essere consigliati, indirizzati, confortati...anche se non c'erano danni consistenti, almeno sembrava, eravamo all'aperto, e il terreno fu in conti nua vibrazione per settimane... una botola scoppiò all'improvviso, senza che ci fosse stata una scossa, ma le sollecitazioni continue avevano scardinato i tasselli di cotto che mascheravano il tombino, che letteralmente saltò in aria...non so perché, ma quel piccolo incidente ci impressionò...sentivamo l'onda delle acque reflue nel deposito sotto il prato che rullava sotto i nostri piedi...questa trasmissione così diretta dal sottosuolo, che avevamo sempre ritenuto una massa sicura, stagna, immota e insensibile, era

ALLE PRESE CON LE PERE...DA FARCIRE E DA VESTIRE: PERE IN CAMICIA AL CACAO

Al banco di Antonio, al mercato del martedì, mi hanno colpito le pere Williams...così perfette, regolari...ho ricordato una antica consuetudine di casa mia nel giorno del pane al forno, dove accanto alla ordinata schiera di rosette si accostavano delle strane cestine di pasta che contenevano delle mele...e il loro profumo usciva dal forno durante la cottura, e noi bambini lì attorno ad aspettare quelle cestine, dove il succo  delle mele sfrigolava ancora e...quante scottate per volerle mangiare subito! Non ricordo che si facessero anche con le pere, allora proverò con quattro come queste, che ho portato a casa dal mercato Non sapevo ancora come le avrei rivestite. quale pasta usare...ma poi sono ricorsa alla mia solita brisée dolce, con l'aggiunta di cacao un aspetto un po' autunnale...ma mi stava bene ugualmente...dovevo pure togliermi questo sfizio! Testo e immagini di ivanasetti 150 g farina 00, 70 g burro a fettine, 60 g zucchero+20 g. per cospargere la pasta all&#