Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2013

CREVALCORE: IL CROSTINO, IL FORNO DI PORTA MODENA, SPERANZA E POSIVITA'

Nel mio giro in bicicletta, visto che il ginocchio la preferisce alla camminata a piedi, sono giunta a Porta Modena, desideravo vedere i nuovi gestori del forno che mi ha sempre fatto una buona impressione...si sa che mi piace vedere gente giovane, volonterosa ed entusiasta nelle attività classiche, nei negozi che coraggiosamente mantengono il prestigio di una piazza, di un rione, di un angolo così speciale come l'interno di Porta Modena! Simona e Francesco non mi conoscono, come io non conosco loro... Cliccare sulle foto per vederle più grandi Testo e immagini di ivanasetti lo so, sono impicciona, susciterò un'impressione strana, ma da tempo mi dedico con passione alla riscoperta del mio paese, del suo centro storico, dei suoi personaggi, delle sue particolarità...che penso che capiranno la mia buona fede, la mia comprensione, il mio "idealistico interesse" alle cose positive, e, in questo caso, all'inizio di un percorso lavorativo di una giovane fa

CREVALCORE, 29 MAGGIO...UN ANNO FA

Era martedì, un bel giorno di sole, un cielo azzurro come non mai, un'aria mite... Nei cuori c'era ancora il sussulto della precedente scossa tremenda, che ci aveva svegliati la notte tra il sabato e la domenica 20.5, gettati fuori dal letto, spinti barcollanti giù dalle scale... e tutti fuori increduli... e da allora si era vigili, sempre  in ascolto del rombo, del sobbalzo del suolo sotto ai piedi che poteva risvegliarsi... Si andava al lavoro, anche le scuole dopo alcuni giorni avevano ripreso le lezioni, ci si leccava le ferite, si sperava nell'assestamento abbastanza rapido...si diceva che non eravamo in zona di grave sismicità...anche se le certezze stavano scardinandosi, i dibattiti si infiammavano, i sospetti, la sfiducia nella serietà degli studi, nei controlli e nella prevenzione scavavano sempre più profondo dentro di noi! Le rose erano già tutte in fiore nel vialetto, l'erba cresceva a vista d'occhio e già si tosava spesso la ricrescita... i bamb

IL PANE DEL LUNEDI', MI MANCAVA!!!

Sì, mi mancava, in genere sono le mie forme di fantasia, non la tradizionale rosetta o barillini o la cioppetta, ma un pane dall'aria nordica, dai sapori diversi dai nostri, ma non sono certo come quelli che ricordo dalla casa là oltre le Alpi... Un pane semintegrale, semplice, senza additivi, senza ingredienti oltre le farine, l'acqua e il lievito 400  g  farina 0 200 di farina integrale biologica,  una bustina di lievito secco, 2 cucchiaini di zucchero 2   cucchiaini di sale fin o , olio per spennellare  Impastare nel robot, mia abitudine da anni  2 ore e mezza  di lievitazione al riparo (lavastoviglie!) Uso uno stampo allungabile in tre posizioni, per questo quantitativo uso l'ultima tacca. Spennellare con due cucchiai di olio evo  lievitare per altre due ore, coperto e al riparo Cuocere a 190°C, per 45  minuti. Lasciare il pane nel forno spento per cinque minuti, aprire lo sportello di pochi cm e aspettare altri cinque minuti, serve per fare

DOMENICA CON FIGLI E NIPOTI, PIATTI ...A SORPRESA,

anche per me, che prima di accingermi a preparare i cibi non so neppure io che cosa salterà fuori! Cominciamo col primo, il G. suggerisce, come  è da lui, tagliatelle al ragù, ma non posso presentarle due volte di seguito...penso a dei bigoli, o almeno una fattispecie, che faccio a mano, con qualche piccola difficoltà, perché la pasta non va asciugata troppo, essendo più spessa, per passarla da una trafila che mi confeziona una specie di spaghetti, un po' irregolari e io li chiamo bigoli! Eccoli nel passo passo: Testo e immagini di ivanasetti BIGOLI CON FARINA DI CASTAGNE ALLA MELANZANA E PROSCIUTTO E POMODORO (330 g  farina 00  50  g  farina di castagne),  4 uova Cercavo da tutte le parti della farina di grano duro, che mescolo alla farina 00, per fare l'impasto all'uovo, ma trovo solo un avanzo di farina di castagne, per fortuna non scaduto, va bene lo stesso, penso, farò qualcosa di particolare...faccio riposare sotto una ciotola, per circa un'ora Poi t

CREVALCORE EVENTI PER "UN ANNO DOPO", DAL 25.05.2013

Ricordiamo gli appuntamenti per gli eventi in programma nell'ambito  "CREVALCORE: UN ANNO DOPO" Le modifiche per maltempo verranno segnalate!