giovedì 8 maggio 2014

ALLE PRESE CON LE PERE...DA FARCIRE E DA VESTIRE: PERE IN CAMICIA AL CACAO

Al banco di Antonio, al mercato del martedì, mi hanno colpito le pere Williams...così perfette, regolari...ho ricordato una antica consuetudine di casa mia nel giorno del pane al forno, dove accanto alla ordinata schiera di rosette si accostavano delle strane cestine di pasta che contenevano delle mele...e il loro profumo usciva dal forno durante la cottura, e noi bambini lì attorno ad aspettare quelle cestine, dove il succo  delle mele sfrigolava ancora e...quante scottate per volerle mangiare subito!
Non ricordo che si facessero anche con le pere, allora proverò con quattro come queste, che ho portato a casa dal mercato
Non sapevo ancora come le avrei rivestite. quale pasta usare...ma poi sono ricorsa alla mia solita brisée dolce, con l'aggiunta di cacao
un aspetto un po' autunnale...ma mi stava bene ugualmente...dovevo pure togliermi questo sfizio!
Testo e immagini di ivanasetti
150 g farina 00, 70 g burro a fettine, 60 g zucchero+20 g. per cospargere la pasta all'interno e all'esterno, burro fuso per spennellare esteriormente la pera in camicia e le formine da infornare, cacao martinica da grattugiare per colorare la pasta e da aggiungere alla farcia, mezzo cucchiaino di bicarbonato con un cucchiaino di succo di limone, con questi ingredienti preparo in una ciotola la brisée per la camicia, che poi passo in frigo per il tempo che preparo la farcia 
40  g mandorle spellate, 2  biscotti frollini, che macino nel tritatutto, cui aggiungo ancora cacao grattugiato, noce moscata, che inumidisco con due cucchiai di Crème de Poire, un liquore alle pere. Con lo scavolino ho tolto torsolo e scavato anche attorno, lascianto intatto il fondo della pera
Tiro la pasta, 4 pezzi da 90 g ciascuno, a dischi di 2 mm di spessore, dal diamtro 22-24 cm, e su ciascuna pongo una mela farcita e coperta con il cappello dal picciolo
Ho spennellato le pere vestite con burro fuso, e spolverate con zuccher semolato, cuocere in forno ventilato a 190°C per trenta minuti...la pasta è croccante
Lasciare un po' raffreddare, quindi spolverare con zucchero a velo!
La pera si è cotta benissimo, non si è sformata, la pasta è rimasta in forma attorno alla pera
Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.


Nessun commento: