Passa ai contenuti principali

2014 CREVALCORE, LA FESTA ALLA ROTONDA E' RITORNATA...

La Festa dell'8 settembre 2011 
fu una festa bellissima, con un cielo sereno e così rosato nel tramonto, da far meraviglia...tanta gente venuta non solo dalle campagne intorno all'Oratorio, ma anche dal paese, come sempre, ma quella volta fu davvero eccezionale...o forse è il ricordo che fu l'ultima, che ce la rende più suggestiva!
Le vaghe striature rosa erano sopra di noi  come se fosse l'alba, invece del tramonto!
Testo e immagini di ivanasetti
Quest'anno la tradizione dei riti religiosi in questi giorni dedicati alla Madonna è ripresa, in tono minore, con mestizia ed emozione per la condizione precaria dell'Oratorio, tutto ingabbiato, inagibile...




Non c'era molta gente, anche perché mancava lo spazio che era disponibile nel passato, difficoltoso era parcheggiare, ...e anche il tramonto non era pittoresco come nel 2011, ma ha fatto presto a spegnersi, senza quei riverberi di colore di fuoco a ponente...
poi la luna che sorgeva, l'ultima grande luna visibile in queste settimane, sembrava scherzare dietro l'alberello che aveva i rami aperti come per salutarla
Una cerimonia in sordina, ma con tanto più fervore nella recita del rosario, e una piacevole chiacchierata fra amici e conoscenti attorno al tavolo dello spuntino, con gnocco al forno, torte salate e dolci e pasticcini..
Nel passato c'era una lotteria di beneficienza,  e ai tavoli che si allestivano attorno nella vasta aia della casa lì vicino, si mangiava gnocco fritto e salume, che veniva direttamente fritto durante la lotteria in enormi padelloni!
e si concludeva con i fuochi d'artificio!
In compenso quest'anno avevamo una splendida luna
Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.


Commenti

Post popolari in questo blog

FEGATO di CINGHIALE....à la nonna ivana

Espressamente per Miss BEE and Paul from Canada!!
Per farglielo apprezzare e gustare!




Circa 200 g fegato fresco di cinghiale (caccia)


1 cipolla dorata circa 150 g,
5 pomodorini dell'orto ( ancora di questa stagione...tardivi, quindi non sono molto rossi!)
sale e pepe nero macinato fresco
olio extra vergine d'oliva

Due padelle antiaderenti

Rosolare in due cucchiai di olio, dolcemente, la cipolla tritata, aggiungere i pomodorini a fettine e cuocere una decina di minuti



Intanto mettere 3-4 cucchiai di olio nella seconda padella, scaldare bene, cuocere velocemente voltando un paio di volte le fette di fegato asciugate bene.
Salare e pepare solo alla fine, servire subito, e rifinire con la salsetta!



PLATESSA al MICROONDE!!!

Il microonde è un elettrodomestico che mi piace sempre di più, sia a pranzo che a cena mi sono preparata due piatti semplici, simpatici...me lo dico da me stessa, ma in fondo anche il G. gradisce!
Una confezione di platesse surgelate coop,  sono 6 filetti, per il pranzo delle Ceneri.
Non sono molto amante dei pesci così delicati, piatti da malatini, mi ricordano le infinite volte che si preparano per bambini inappetenti, che poi lo diventano ancora di più!
Nella padella si sbriciolano, non sai come voltarli, o ci fai una tale impanatura...che poi mangi solo pane bruciacchiato! O sono io che non so trattarli!
 Stavolta invece ecco come ho fatto!

Testo e immagini di ivanasetti




6  filetti di platessa scongelati, tenuti in un po' d'acqua e limone, poi asciugati
1  pomodoro maturo sodo e grande, tagliato a fette di pochi millimetri
1/2  limone, succo
2  cucchiaini di prezzemolo secco
2  cucchiaini di salamoia bolognese
2+2  cucchiai di olio e.v.
2       cucchiai di pangrattato bianco secco


Ve…

ZUCCHINA TROMBETTA...a COTOLETTA e FANTASIE di nonna ivana

La trombetta qui da noi è una stravaganza, che qualche famiglia mette nel suo orto, proprio per sfizio, poi al momento della raccolta, non sanno più che farsene, per questo le distribuiscono a destra e a manca!
A me succede che le ricevo da qualcuno, che a sua volta le ha ricevute...si fa il passa mano!
Io sono ben contenta, le ho cominciate ad apprezzare da alcuni anni, ne ho fatto alcune ricette, un po' diverse da quelle che uso per le zucchine verdi o quelle chiare, come faccio per quelle tonde, anch'esse non proprio frequenti sulle nostre tavole.
Vado qualche volta negli orti dei pensionati, proprio qua vicino, per ammirare le zucchine lunghe e sinuose, dal corpo bello sottile dal picciolo, che poi si allargano a fiaschetta all'altro estremo!


Esistono dei piatti particolari che nella loro semplicità tradizionale ti danno sensazioni di conforto, appagamento...purtroppo sono spesso dei cibi pesantucci..ma qualche volta possiamo lasciarci andare...anzi, il piacere di gustare…