martedì 29 settembre 2009

NONANTOLA 2009... PAPARUCC' o PAPAROT

NONANTOLA 2009...PARTE TERZA



Alla Rassegna dei sapori autunnali di Nonantola, fine settembre o inizio ottobre, non manca mai lo stand della "CONSORTERIA del MAIALE" associazione di un paese di pianura della Provincia Modenese.

Con golosità e curiosità mi intrufolo fra la folla che attornia lo stand, soprattutto nelle ore che precedono pranzo o cena, per acquistare anch'io il primo piatto di paparucc' o gli stuzzichini fritti, caldissimi!
La loro ricetta è ottima, un sapore gustoso, abbastanza ricco, gradevole a palati antichi e moderni!!!
A casa si possono riprodurre, a piacere, secondo la memoria della propria famiglia, o con sapori più moderni.

I tegami di ragù di carne e ragù di fagioli sono pronti, fumanti, da introdurre nel bollente paiolo.




La polenta classica a lunga cottura, abbastanza morbida, alla quale si aggiunge il ragù di carne e fagioli, lasciando insaporire bene



Per la vndita al pubblico, a un modico prezzo, vengono riempiti i contenitori da asporto.
Altra parte di polenta condita viene stesa su un ripiano freddo, stesa a un cm di spessore circa, ritagliata e fritta in abbondante olio.




I paparucc' caldI nella fondina sono proprio un primo ottimo



Un esempio di paparot con fagioli e salsa pomodoro, vegetariano



Anche in poco tempo si può realizzare un piatto dal sapore antico:

150 g farina da polenta, precotta
350 g fagioli borlotti in scatola (non li avevo, quindi cannellini!)
una cipolletta
un mestolo di passata di pomodoro
Olio e un po' di burro
sale e pepe

Nell'acqua bollente e salata, circa 4 volte o anche cinque volte il peso della farina, lasciar cadere la farina a pioggia mescolando con una frusta, continuamente, per non fare grumi e cuocere per un quarto d'ora (anche se sulla scatola c'è scritto 5 minuti!), lasciarla morbida (qui per desiderio di G. siamo stati sul sodo!).
A cinque minuti dalla fine mettere il sugo preparato come il solito:
cipolla con olio a stufare, aggiungere la passata cuocere alcuni minuti, aggiungere i fagioli in ultimo.
Servire caldissimo con un po' di burro, se si vuole!

4 commenti:

manu e silvia ha detto...

La polenta con i fagioli?? ok la prossima volta che la facciamo proviamo!
baci baci

Empress Bee (of the High Sea) ha detto...

i have never seen anything like this dish! i think i would like the cannallini beans better than the kidney beans.

this afternoon we go to the doctor. sarge is now on his "down" time. not feeling good, tired, cranky... poor thing.

hugs, bee
xxoxoxoxoxoxoxo

ivana ha detto...

Ciao Manu e Silvia!!

Be' questi erano piatti tipici del mondo rurale, vecchi di secoli!
Certe associazioni ora cercano di riproporli al pubblico giovane, e spesso trovo che lavorano davvero ottimamente!
Grazie, ciao!!!

ivana ha detto...

Cara Bee!
I hope that this bad time will pass soon!!!
A thought for you, to have courage and patience.
This is an old country dish, mais and beans, without meat!
Now the recipe is richer than the old ones!!!

Thank you!
Hugs!
xoxoxoxoxo