mercoledì 30 gennaio 2008

Coniglio alla campagnola






Le mie solite ricette alla buona!
Ottimo con Polenta gialla o bianca.
Un bel coniglio di campagna, pulito, senza testa e regaglie, g 1750.
1 bicchiere di vino
4-5 cucchiai di olio
1 tazza da latte di passata di pomodoro o pomodori a pezzettoni 400 g
2 limoni (succo)
1 cucchiaio raso, scarso, di salamoia bolognese
alcune foglie di cipolla bianca
1 rametto di rosmarino + 2 foglie di salvia
Lasciare a bagno in acqua fresca, cambiandola spesso, il coniglio intero.Tagliarlo a pezzi abbastanza regolari, non piccoli.
Mettere i pezzi in una terrina e lasciare alcune ore con succo di due limoni.Scolare un po', scaldare una larga padella e asciugarvi a fuoco vivo i pezzi di coniglio, poi aggiungere olio e rosolare per un quarto d'ora circa.Versare un bicchiere di vino rosso ( avevo quello) e fare evaporare. Preparare intanto una tegame ampio e alto.
Mettere rosmarino, un po' di salamoia bolognese, le foglie di cipolla e lasciare insaporire, poi versare una tazza di passata di pomodoro e un paio di bicchieri di acqua calda , da coprire la carne. Far prendere il bollore, poi passare il tutto nel tegame scaldato, coprire e cuocere, mescolando di tanto in tanto, per circa un'ora.
Verso la fine, scoprire per un po' e fare cuocere in modo che la parte liquida evapori, ma non completamente, per mantenere un sughino morbido.
Importante la rosolatura iniziale, per non rendere, con la cottura in umido, la carne sfilacciosa.

1 commento:

Jean(ie) ha detto...

hooray! I found your recipe! I can't wait to make this!