Passa ai contenuti principali

MELANZANA CON FARCIA ROSATA, PRECOTTURA AL MW, GRATINATURA AL FORNO, vegetariano à la nonna ivana

Due melanzane da mezzo kg l'una ogni settimana e due piatti semplici di mia fantasia ne escono sempre, mi  donano quelle piccole gioie che alleviano giornate pesanti, in qualche maniera!!!
Mondare la melanzana eliminando i due estremi, tagliare quindi in quattro parti longitudinali e scavare le parti centrali.
Spennellare con olio e cuocere queste barchette su un piatto, coperto da altro piatto nel microonde per 4 minuti, a 700 W, lasciare riposare, rilasciano l'acqua amara...poi asciugarle con carta da cucina.
Macinare nel tritatutto la polpa con un pezzo di parmigiano, due pezzetti di pane bianco. un grosso spicchio d'aglio, un pomodoro maturo medio a pezzi, sale, pepe e origano, la farcia rimane morbida e rosata.


Farcire le quattro barchette con la farcia, posrle su una pirofila bassa oliata, un filo d'olio anche sopra e cuocere al forno ventilato 20' a 180°C
 E' stato un ottimo piatto rustico, saporito...

La seconda melanzana si è trasformata in tortino alla toscana, come suggeritomi da un antico  maestro, Carnacina, in alcuni volumetti sulla cucina rustica regionale che da oltre cinquant'anni mi diletto di tanto in tanto a rileggere e a seguire! 
Melanzane in tortino alla toscana, con precotura al MW, come sopra, in fette da mezzo cm, asciugare bene, fare strati con una crema di uova, parmigiano, salsa di pomodoro casalinga...le mie precotture al MW sostituiscono la frittura della melanzana!
Per il G. è stata molto buona anche questa! 
Testo e immagini di ivanasetti

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.

Commenti

both look wonderful! i love eggplant but sarge did not so i rarely cooked it. i must get one again!

best to you and the g.!

smiles, bee
xoxoxoxoxo

Post popolari in questo blog

FEGATO di CINGHIALE....à la nonna ivana

Espressamente per Miss BEE and Paul from Canada!!
Per farglielo apprezzare e gustare!




Circa 200 g fegato fresco di cinghiale (caccia)


1 cipolla dorata circa 150 g,
5 pomodorini dell'orto ( ancora di questa stagione...tardivi, quindi non sono molto rossi!)
sale e pepe nero macinato fresco
olio extra vergine d'oliva

Due padelle antiaderenti

Rosolare in due cucchiai di olio, dolcemente, la cipolla tritata, aggiungere i pomodorini a fettine e cuocere una decina di minuti



Intanto mettere 3-4 cucchiai di olio nella seconda padella, scaldare bene, cuocere velocemente voltando un paio di volte le fette di fegato asciugate bene.
Salare e pepare solo alla fine, servire subito, e rifinire con la salsetta!



PLATESSA al MICROONDE!!!

Il microonde è un elettrodomestico che mi piace sempre di più, sia a pranzo che a cena mi sono preparata due piatti semplici, simpatici...me lo dico da me stessa, ma in fondo anche il G. gradisce!
Una confezione di platesse surgelate coop,  sono 6 filetti, per il pranzo delle Ceneri.
Non sono molto amante dei pesci così delicati, piatti da malatini, mi ricordano le infinite volte che si preparano per bambini inappetenti, che poi lo diventano ancora di più!
Nella padella si sbriciolano, non sai come voltarli, o ci fai una tale impanatura...che poi mangi solo pane bruciacchiato! O sono io che non so trattarli!
 Stavolta invece ecco come ho fatto!

Testo e immagini di ivanasetti




6  filetti di platessa scongelati, tenuti in un po' d'acqua e limone, poi asciugati
1  pomodoro maturo sodo e grande, tagliato a fette di pochi millimetri
1/2  limone, succo
2  cucchiaini di prezzemolo secco
2  cucchiaini di salamoia bolognese
2+2  cucchiai di olio e.v.
2       cucchiai di pangrattato bianco secco


Ve…

ZUCCHINA TROMBETTA...a COTOLETTA e FANTASIE di nonna ivana

La trombetta qui da noi è una stravaganza, che qualche famiglia mette nel suo orto, proprio per sfizio, poi al momento della raccolta, non sanno più che farsene, per questo le distribuiscono a destra e a manca!
A me succede che le ricevo da qualcuno, che a sua volta le ha ricevute...si fa il passa mano!
Io sono ben contenta, le ho cominciate ad apprezzare da alcuni anni, ne ho fatto alcune ricette, un po' diverse da quelle che uso per le zucchine verdi o quelle chiare, come faccio per quelle tonde, anch'esse non proprio frequenti sulle nostre tavole.
Vado qualche volta negli orti dei pensionati, proprio qua vicino, per ammirare le zucchine lunghe e sinuose, dal corpo bello sottile dal picciolo, che poi si allargano a fiaschetta all'altro estremo!


Esistono dei piatti particolari che nella loro semplicità tradizionale ti danno sensazioni di conforto, appagamento...purtroppo sono spesso dei cibi pesantucci..ma qualche volta possiamo lasciarci andare...anzi, il piacere di gustare…