domenica 26 agosto 2012

CREVALCORE, il POLO SCOLASTICO! PARTE PRIMA

La situazione fu grave alla prima scossa del Sisma del 20 maggio, ma non sembrava compromessa completamente l'agibilità degli edifici, ma con le scosse successive,  la più dirompente fu quella del 29  maggio, si ebbe la chiusura totale.
La Scuola Elementare G. Lodi, un bell'edificio dell'inizio Novecento, rimane sbarrato, i portali deserti, le finestre semichiuse, il monumentale cancello d'ingresso al cortile-giardino interno fu serrato e barrato.

Testo e foto di ivanasetti

SCUOLA ELEMENTARE G. lODI di Crevalcore


Senz'altro lo studio dettagliato delle possibili soluzioni al grave problema ha portato a delle scelte.
Si è pensato di mantenere in essere gli edifici, di programmarne il recupero e la ristrutturazione sicura e a norma, opere che richiederanno circa un paio d'anni, e nel frattempo si debba ricorrere a strutture prefabbricate che possano accogliere la popolazione scolare di oltre mille ragazzi, dalle elementari all'istituto superiore.
I lavori sono iniziati il 20 di agosto, con alacrità si sono spianati gli estesi campi di stoppie adiacenti la zona sportiva, un terreno agricolo, un quadrilatero irregolare, e al 25 di agosto, con intenso lavoro  con numerosi mezzi per movimento terra, trasporti, escavazione, bracci meccanici e gru ecc...si sta già delineando la sagoma di moduli-container che entro il 17 di settembre dovrebbero poter accogliere arredo e materiali didattici da recuperare dagli edifici vecchi e permettere l'avvio puntuale dell'anno scolastico! Naturalmente il tempo asciutto di queste settimane collabora alla esecuzione dei lavori, e pur desiderando disperatamente la pioggia, si spera che non si presentino condizioni pessime da dover interrompere i lavori.
Io sono a poche centinaie di metri e sento sempre i rumori, seguo il brusio del cantiere, scappo a guardare, fotografare, con ansia vivo l'attesa del compimento dei lavori della realizzazione di un polo scolastico decente, valido, vivibile, che non crei eccessivo disagio fino al passaggio definitivo agli edifici scolastici  rimessi a nuovo, sicuri, affidabili! 
Ascoltavo fra la gente commenti, non so quanto attendibili, e proposte di  scelte diverse, di demolizione dei vecchi edifici e di costruirne di nuovi, moderni, di minori dimensioni, con criteri architettonici più funzionali, ecologici, senz'altro più economici nella manutenzione, nel riscaldamento ecc... Io non so valutare la bontà dell'una o dell'altra scelta...importante che siano strutture davverro affidabili nella sicurezza per generazioni di studenti, personale docente e non che vivranno parte della loro giornata in quelle strutture pubbliche






Le stime dei costi da affrontare per il recupero degli edifici scolastici sono state rese note in questi giorni e a Crevalcore  si hanno i danni maggiori, sui 12 milioni di Euro, da destinare alle scuole del territorio comunale.

 Speriamo che la pioggia, così intensamente aspettata  non impedisca la seconda serata di

PIZZIAMOCI SU


Metto pure in evidenza una comunicazione da parte del Comune di Crevalcore

ASTA DI OPERE D'ARTE

continua.....

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.




4 commenti:

Traveling Bells ha detto...

Ciao Ivana!

To demolish or not to demolish? So many decisions to be made for your area...and so many changes and adjustments to endure in the meantime.

Have a great Sunday. Big hugs from home, honey...

Empress Bee (of the high sea) ha detto...

i hope they don't have to demolish any old beautiful buildings honey. what a shame.

it's raining sideways here and blowing HARD! i am safe inside and still have power.

hugs, bee
xoxoxooxxo

Anonimo ha detto...

Anch'io, da lontano, patisco nel veder demolire la più piccola struttura, benché non sia direttamente coinvolta: lo pensavo appunto oggi, guardando le notizie in tv.
Spero che il maltempo - per quanto si possa desiderare la pioggia - vi permetta le iniziative previste, senza intoppi.
Qui è stata quasi una beffa: ieri sera un temporale, sì, ma non tanto durevole da mutare il tempo e l'atmosfera afosa.. Illusoria Beatrice!
Si spera sempre: adesso ci è stato promesso un cambiamento radicale per i primi di settembre, ma l'attesa è sfibrante.
Altrove, però, grandine ed acqua, tempesta e danni.. niente più vie di mezzo!
Che dire? Dobbiamo prendere quel che viene..
Auguri, Ivana, buona notte!
Abbraccio
Adri

ivana ha detto...

Nei due giorni fuori casa per troppe ore non mi riusciva seguire i commenti!

@ Sandy!!!
a tremendous work to get a bit of normality!!!
We hope we can!
Big hugs!

@ Empress Bee!
We hope that the old buildings can be safe and fit for pupils!
Big ugs!

Cara Adri, il maltempo da noi non c'è stato, l'aria però si è rinfrescata, e i lavori continuano notte e giorno!
Un abbraccio, cara!