domenica 14 ottobre 2012

CREVALCORE: C'ERA UNA VOLTA ....

.. un dolce sorriso, Bea che si è trasformata in una signora di tanti decenni fa!!!!


Andiamo a ritroso nel tempo...quando le cose andavano tanto lentamente, che per anni portavi sempre la stessa "capparella", o percorrevi strade polverose a piedi o in bicicletta, usandola anche per guadagnarcci da vivere!
Testo e immagini di ivanasetti

Il garzone del fornaio, cantando a sguarciagola, sfrecciava per le vie portando il pane fresco cotto all'alba nelle sue grosse ceste fissate al manubrio e  nella parte posteriore;


  il contadino portava al mercato le sue galline ovaiole, o i capponi nel periodo natalizio, per guadagnare il denaro per  pagare il tessuto per il cappotto, o le scarpe ai suoi figli!

Nell'angolo della via la Caterina vendeva le brustoline, che la gente comprava prima di andare all'unico cinema che c'era in paese, 


Due volte al giorno il contadino portava il latte delle sue mucche dal casaro, portando il suo librettino giallo per annotarvi i pesi...i conti li facevano sempre a fine anno!!!



Il mondo del lavoro a quei tempi era amaro e duro, poche soddisfazioni, tanta fatica, pochi soldi...ma qualcuno, coi soldi da stagionale guadagnati a ripulire fossi dalle erbe palustri, o a potare i platani o i tigli dei viali, si faceva un gruzzoletto...da portare in certi locali particolari, le osterie: un piatto di maccheroni, o anche tagliatelle, un bicchiere di lambrusco, una scodella con una densa bruna minestra pasta e fagioli, qualche distrazione godereccia, le partite a carte con gli amici!!!

Crevalcore, via Roma, sabato 13 ottobre 2012!
Il G. ed io facciamo una veloce visita alla Festa dei Sapori e del Cioccolato,
Appena in tempo a fare alcune foto, nell'aria già buia, il cielo è ancora più scuro per le nuvole minacciose che avanzano... comincia a piovere...e per tornare alla macchina in fretta ci inzuppiamo del tutto...
Non ho potuto esaudire il mio desiderio di vedere "L'Ustarìa dal Tree Pép " ritrovata, che le ragazze di Via Roma hanno ricreato nel salone dell'Hotel Roma...spero di riuscirci domenica 14!

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.








13 commenti:

Empress Bee (of the high sea) ha detto...

yes it was so much harder years ago. we have become softer and are also living longer now. funny how that is. my grandparents lived for years with no indoor plumbing and cooked in a wood stove. i still remember her cakes coming out of that oven, usually a bit burned on one side, so delicious!

smiles, bee
oxoxoxoxxox

Puddin ha detto...

grazie per i tuoi racconti Ivana! un mondo che non ce più vissuto in poche foto attraverso i tuoi occhi...e i tuoi racconti che vengono dal cuore. un abbraccio da ponente...dove si sta preparando una tempesta tremenda con tanto di tuoni e vario

ivana ha detto...

Ciao cara Bee!

Today I was in the Old Osteria, the girls of Via Roma, the shops, that are open again, have worked hard, and have "invented" an old Osteria, that was famous till the Fifties!
It was so fun this morgin, I took more than hundred photos!
I hope you have no wind today there!

Big hugs!


ivana ha detto...

Cara Paula,
grazie, sei gentile!
Oggi con calma sono stata sia stamattina che nel pomeriggio, e ho fatto tante foto!
Le voglio pubblicare, perché sono deliziose, le ragazze vestite per quegli anni!!!
Qui non è piovuto, ma in città a Bologna parecchio. Il sole però non si è fatto vedere e anche la temperatura era molto diversa dalle settimane passate!

Un abbraccio!!!

Anonimo ha detto...

Bella passeggiata ideale nel passato, cara Ivana... Diciamo, nel meglio del passato; per il resto, non è detto che oggi si stia peggio, che ne dici? Buona notte! CHIARA

ivana ha detto...

Ciao Chiara!
Il meglio, nel senso che le ragazze hanno superato l'angoscia del terremoto, chi è a casa da parenti, chi ha il negozio dislocato alla meglio...ma hanno lavorato strenuamente a un progetto ironico su un'osteria dalla dubbia reputazione, ma con spirito e tanta energia!!!

Un abbraccio!

Paul ha detto...

Good morning Ivana. I enjoyed your story and photos. I remember going to my grand parents at their farm and I asked where is the toilet? My Nona said it's outside. That shocked me because we had a toilet in our house. But life was so calm and enjoyable in those days. At times, I miss them. Have a great days my friend.

Paul

antonella ha detto...

ciao Ivana sono di Crevalcore e ieri ti ho visto all'opera con la tua macchina fotografica!é stato emozionante mi sembrava di essere hai tempi della mia nonna e della mia mamma quando era piccola (Ada merceria)ed era proprio come me lo raccontavano..dopo i bruttissimi momenti(il terremoto)stiamo piano piano ritornando alla normalità !!un altra festa ci aspetta sabato..e io aspetto le tue foto!!

ivana ha detto...

Hi Paul!
Thank you! I've taken 150 pics of the interesting Festival of the tastes and Chocolate"...it was so funny!
I hope you, and your family are well!
Here, G. has a big issue in his left eye!
I hope this bad time goes by!

Greets!

ivana ha detto...

Ciao Antonella!!!

Grazie del tuo entusiasmo e della simpatia.
Se ho ben capito tua mamma è Ada, quella dei "bottoni", dicevamo, una volta!!!
Sai che ero molto amica di Ada, penso di avere ancora il regalo di nozze che mi fece!
Salutamela tanto, ogni tanto ci vediamo e ci salutiamo! E' sempre molto gentile!

Un abbraccio!

Anonimo ha detto...

Questa rievocazione, arricchita per chi ti legge di tante - e belle - foto, è davvero riuscita assai bene, vero?
Non ci penso neanche a commentare ogni cosa per filo e per segno: tanto tu sei bravissima, e hai già.. detto tutto, nel modo migliore.
Oggi sono un po' malinconica
( fosse solo oggi.. ), quindi le vecchie cose mi accentuano questo stato d'animo: ma questo è "buono e giusto".
Ricordo anch'io il lattaio che passava di casa in casa, col bidoncino e il misurino appeso, prima ancora delle prime bottiglie di vetro pesante, col tappo di stagnola, quelle da rendere.
La signora col collo di pelliccia ( quelli staccati, da agganciare attorno al collo o alle spalle )è molto accurata nella sua mise, e la più "in parte", si direbbe.
Complimenti, a lei, a tutti quanti, e soprattutto a te, per i tuoi dettagliati e partecipati racconti: racconti di vita..
Grazie, come sempre.
Adri

ivana ha detto...

Ciao Adri!

Hai ragione, tutto stato davvero interessante e ne ervamo tutte enyusiaste...anche se adesso si è tornati alla solita routine!
Per noi è davvero pesante la situazione, anche a mio marito ci sono problemi all'occhio, herpes...niente autista per me, facciamo alla meglio per andare dai nipotini...

Un abbraccio cara!!!

Anonimo ha detto...

Questo mi dispiace.. vi faccio i migliori auguri.. servissero mai..
Un abbraccio
Adri