mercoledì 3 ottobre 2012

POMODORI VERDI, CONFETTURA VERSIONE 2012!!!

Anna mi ha portato una cassetta di pomodori verdi; avevo già programmato di fare i sott'oli, poi ci ho ripensato, ho poco tempo, la mia giornata è spezzettata, tra casa e fuori, inoltre occorre spazio per asciugare la verdura dopo la breve cottura in aceto e vino...e anche l'olezzo acidoso per 24 ore in casa non è proprio il massimo!
Mi restava la confettura, visto che non prendo in considerazione i famosi "Fried green Tomatoes" "pomodori verdi fritti", molto amati negli USA...però anch'essi arriveranno prima o poi sulla mia tavola!
Ho sistemato bacinella, ciotole grandi, colapasta, coltello e cucchiaio sul tavolo davanti a casa, il tempo è ancora buono, e il G taglia a metà i pomodori, non fa altro...a scavare l'interno per eliminare semi e parti dure e eliminare le impurità della buccia sarò io, e le mie mani hanno subito uno stress...tutti quei pomodri così sodi, un po' scivolosi, richiedevano attenzione, per non farsi male...

Testo e immagini di ivanasetti


ho tagliuzzato a pezzetti ancora, ottenendo
3.000 g  pomodori verdi a pezzetti
4 cucchiai  sale grosso
ho lasciato riposare un paio d'ore, si sono ammorbiditi, perdendo il sapore amaro, poi li ho macinati nel robot, rimessi nei colapasta a scolare ancora per un paio d'ore, quindi li ho messi in due ciotole di plastica e ho coperto con 
1.000  g  di zucchero semolato
2         limoni succosi spremuti e la scorza grattugiata di uno
ho lasciato riposare 15 ore, quindi ho messo il tutto in una capiente pentola antiaderente per la cottura



dopo un'ora ho aggiunto circa 
400  g  mele a filettini, con la buccia e la parte interna dei semini, togliendo i semini, che penso aiutino l'addensamento della confettura, con la pectina naturale che contengono.
ho aggiunto anche altri
300   g di zucchero
e ho  continuato la cottura per altre 4 ore circa!



 Ho travasato la confettura calda in una pentola di acciaio e lasciata a raffreddare, perché ho scelto la sterilizzazione con la bollitura dei vasi riempiti a freddo, per trenta minuti circa.
Ho aspettato che il tutto fosse freddo prima di togliere i vasi dall'acqua.
E' una confettura soda, non troppo dolce e adatta in cucina, perché il contenuto limitato di zucchero la rende ottima per farcire dolci da cuocere, dove non potrà fuoriuscire quella melassa di zucchero, come succede on le confetture industriali, con il 60% di zuccheri.
Risultatato:
Confettura kg. 3,300, in vasetto
Ottima per formaggi e grigliate, aggiungendo un pizzico di peperoncino o di senape

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.




11 commenti:

Empress Bee (of the high sea) ha detto...

well personally i love fried green tomatoes! to me they are the quintessential southern dish, well that and biscuits and gravy! ha ha ha

smiles, bee
xoxoxoxoxo

Puddin ha detto...

ricetta amata ma raramente fatta perche non va per la maggiore. Però non avevo mai messo le mele. Prossimo giro di vasi 2013 penso che farò un paio di kili. Grazie per la ricetta melosa! abbracci da ponente

Traveling Bells ha detto...

Nice...very nice! And the price was right:) We have a new canning plant here at our farmer's market that is free and open to the public. My daughter uses it a lot!

Big hugs, honey...

monica ha detto...

Ciao, ho appena sentito di una scossa di terremoto, avete sentita anche voi? tutto bene? un abbraccio

ivana ha detto...

Ciao cara Bee!
I think that i'll love fried green tomatoes, I saved a recipe, and next tomatoes'll be fried!!!

Have fun on Mittwoch!
Big hugs!

ivana ha detto...

Ciao Paula!
Da un paio d'anni non la facevo, ma stavolta la variante del sale prima di farli macerare nello zucchero, rende più gradevole il sapore, la mela pure!!!

Grazie, a presto
Un abbraccio!

ivana ha detto...

Ciao cara Sandy!

It's a great product!!!
I hope I can write comments again, the problem with the eyes, the hours I spend out, the kitchen, I've no time to read and write!
Big hugs, honey!!!

ivana ha detto...

Ciao Monica,

non l'ho avvertita, ma ho visto che è una nuova posizione, Alpi Cozie, Val Trebbia e e Valle Taro...speriamo che si fermi, non causi quei danni che abbiamo subito noi!!!
Un abbraccio!

Anonimo ha detto...

Mhhh, buona!
Mai fatta, solo assaggiata (fatta da non so più chi ), con la decisa preferenza per quella di appunto di pomodori verdi: quella di rossi e maturi sa un po' troppo di salsa.
I verdi li ho fatti per anni, sott'olio, mettendo rametti d'origano e fettine d'aglio a go-go nei barattoli: andavano via che era un piacere..
Ma.. son messe dette e vespri cantati, anche questi, ormai..
Abbraccio a te che non demordi!
Adri

Giangi ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
ivana ha detto...

Ciao Adri!

Pensa che da sempre la ricetta dei pomodori verdi sott'olio sono l'hit delle visite al mio blog...per me una sorpresa enorme!
Ora mi sto preparando per andare dalla piccolina, poi pensare al cibo!

Un abbraccio, buona giornata!