lunedì 28 gennaio 2013

CREVALCORE: LA PIADINOTECA DI LUCA E FABIOLA RIAPRE!!!

Il 29 maggio, 09:02 la seconda potente scossa segnò l'arresto improvviso di tutte le attività vitali del Centro Storico.
Da quel giorno, per mesi, non ci fu alcuna accessibilità al corso principale,  al Municipio, alle Chiese, al Teatro, alla Caserma dei Carabinieri, all'Ospedale, al Cinema, ai Negozi, agli Uffici vari.
E fra queste attività anche la Piadineria di Luca e Fabiola cessò completamente, 

il Palazzo Tavani era stato gravemente lesionato, gli appartamenti e i negozi sottostanti furono evacuati e ancora oggi tutto è disabitato


Proprio nel cortile dietro il palazzo ora è stata allestita una nuova Piadineria, in un locale ristrutturato, e il 29 gennaio si riapre, esattamente a 8 mesi dal sisma, dopo un periodo triste e incerto...ma ora il coraggio di riprendere ha avuto un esito positivo, e auguriamo che il lavoro continui, sono bravi ragazzi; la piadina, in tante varianti, è sempre un ottimo cibo, con pochi ingredienti, un pane antico, romagnolo, che ormai ha preso piede in Italia e sta arrivando anche all'estero. 

Ora si chiama: 
LA PIADINOTECA DI CREVALCORE!

 Piadinoteca Crevalcore




Un grosso "in bocca al lupo" ai due soci!

UN SERENO FUTURO A ELENA E LUCA E ALLA LORO PICCOLA EVA...
 
Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.


 




18 commenti:

Anonimo ha detto...

In bocca al lupo di cuore. CHIARA

Empress Bee (of the high sea) ha detto...

that looks wonderful, i am sure they will do fine!

smiles, bee
oxoxoxoxoxo

Jean(ie) ha detto...

Hooray! Another re-opening! That flatbread sandwich looks wonderful! YUM!

Fiorenza ha detto...

Gentile nonn Ivana, da un po' seguo il tuo blog e mi piace molto, posso metterlo tra i miei preferiti visto che anche io da poco un un blog?
Ho fatto i tuoi crostini sono buonissimi posso postarli facendo naturalmente riferimento ai tuoi?
Il mio blog si chiama diricette-e-diricordi, se vai a visitarlo mi fa piacere.
Grazie tante tanti saluti ed un abbraccio visto che abbiamo penso più o meno la stessa età.
Fiorenza

ivana ha detto...

Ciao Chiara,
Sono doppiamente felice, perche' Luca e' il compagno di mia nipote Elena, e solo dadieci giorni e' nata Eva!!!
Un abbraccio!!!

ivana ha detto...

carissima Bee,
We are so glad, then Luca is Elena's partner, a new life for both: activty, a baby, an home, finally!!!
Thank you!
We are so busy and worried for G.,I'll visit you soon!

ivana ha detto...

Cara Jean,

We are so glad, for Elena and Luca!!!!
See you soon!!!
Big hugs!!!

ivana ha detto...

Cara Fiorenza,
grazie dela visita!
Purtroppo ionon frequento blog di cucina, se hai circa la mia eta' penso che capirai, io scrivo per me stessa soprattuto, cucino per la famiglia, non per gli altri blogger, ma per la gente comune, e 5 anni di blog mi hanno dato ragione!!
Quindi puoi replicare la mia ricetta se ti fa piacere, ma penso che dovresti cercare tu una tua identita' tua propria!
Scusa la sincerita', ma la mia "senilitudine" me la permette!!!!
Verro' a visitarti appena posso!!!
Un abbraccio!

Fiorenza ha detto...

Cara Ivana, grazie della risposta, io penso di avere una mia identità e lo potrai constatare se visiterai il mio blog, ma sono molto curiosa e mi piace provare a preparare cose nuove per me e poi è bello vedere anche quel che fanno gli altri perchè non si è mai finito di imparare. Una persona un giorno mi disse:" Da tutti c'è da imparare,al limite si impara a non fare come lui."
Un saluto grande
Fiorenza
ps. io ho 60 anni,sono nonna da tempo e spero presto di andare in pensione.

.TelA ha detto...

Sono felice per Fabiola e Luca, invidio la loro carica, il loro coraggio, il loro sguardo oltre.
Sono contento che scrivi di queste rinascite. E che continui a guardare avanti.
Presto assaggerò le loro piade... che io il mio piadinaro ce l'ho a Cesenatico... e nel mio piccolo potrò farmene un'idea... :-)

Bravi tutti. Bravi davvero.

Traveling Bells ha detto...

Cara, Ivana, this makes me smile. What good news...complete with a new baby.

Saying prayers for G., and sending big hugs to you, my friend...

Anonimo ha detto...

Cara Ivana,
sono stata alcuni giorni senza pc.
Trovo qui alcune belle notizie e ne sono contenta, ma anche un po' di tristezza e preoccupazione: perciò ti lascio un abbraccio di auguri per l'una e l'altra cosa.. e scusa se sono banale.. non mi riesce più di trovare parole migliori di queste.
Buona serata, buona notte!
Adri

ivana ha detto...

Cara Fiorenza,
come vedi mi sono iscritta da te...mi interssa il bed$breakfast...mi piacerebbe visitarlo...ma ormai il terremoto ci ha invecchiati di colpo...io poi ho quasi 18 anni più di te, ormai è impossibile viaggiare per noi!
Un abbraccio!

ivana ha detto...

Ciao TeIa...

La pizza di Fabiola e Luca è davvero ottima...non so come sia nella terra-madre, mai assaggiata...ma se sei da quelle parti vammi a salutare Enrico al chicco di grano, anche se non c'è la piadina!!!!
Non ho potuto andare all'inaugurazione della Padinoteca...ma devo andare a fare la visita solita di nonna ivana...di cui renderò conto!

A presto!

ivana ha detto...

Thank you, Sandy!
I wish you a serene convalescence!
Some stores are opening again, we hope they get work and a better furure!

See you!

Big hugs, honey!

ivana ha detto...

Cara Adri,
capisco, sei molto sensibile...il momento è particolare, e stiamo facendo accertamenti infiniti!

Un abbraccio!

Giangi ha detto...

Cara Ivana, che bello che la piadineria di Luca e Fabiola abbia riaperto, sono contentissimo, anzi, di più! Non sai quante piadine ho mangiato da loro, la domenica sera (anche per la comodità di non dover cucinare, devo dire...), prima di tornare alla mia Bologna, e che buone!

Mi mancava non solo questa consuetudine all'ottima piada che fanno, mi mancava anche il solo passeggiare nella piazzetta (troppo triste era ed è ancora farlo...), anche il solo passare accanto al palazzo, cose cui ero ormai abituato e affezionato a fare, manco fossi un vero crevalcorese! Con questo incentivo e sprone, sarà meno triste, ricominciare a farlo.

Bene, un altro tassello della rinascita, e grazie a chi ci si mette, gli esercenti, e a tutta la cittadinanza che vorrà contribuire mangiando le loro meravigliose piadine. Certo, gli amici della Romagna potranno fare dei distinguo, ma per me la piada di Crevalcore nulla ha da invidiare, nulla ha di meno rispetto a quella della Casa Madre.

Ciao, forza e speranza, e un saluto caro.

Gian Marco

ivana ha detto...

Ciao Gian Marco!

Grazie sempre del tuo sentire nei nostri confronti, vi sono luoghi qui da noi, che , pur nella loro modestia, sono però caratteristici e simpatici, tanto da affezionarvisi!
La piadina è buona, abbondante, genuina (io credo nei giovani!) e un buonissimo prezzo!
Mi fa piacere che tu ci vada ...Luca è mio nipote acquisito ormai! Ci sono stata ieri mattina!

Buona notte!!!