sabato 19 gennaio 2013

CROSTATA VIVACE...UN PO' STRAMBA, MA OTTIMA!!!

Da un po' di tempo pensavo di prendere fuori dal freezer  "questa-crostata-salata-che-ci sta-a-fare-in-freezer", detta dal G., da servire come stuzzichino; nel sacchetto che la conteneva stava scritto: crostata salata con zucca, melanzana, salsiccia...bene, per il pranzo della domenica con la famiglia al completo è l'asso di briscola!
Ho tolto dal freezer questa benedetta crostata, ho levato il sacchetto e l'ho lasciata coperta ancora dal foglio di alluminio per tutta la mattinata su un ripiano della cucina, quindi mi accingo a riscaldarla in forno, per dare quella fragranza che mi aspetto da una torta salata...

Non era la crostata salata di zucca, melanzana, salsiccia...ma una fantasiosa crostata dal colore rosso cardinale; per  capacitarmi di cosa potesse essere, ne scavo un pezzetto con un coltello e l'assaggio...è dolce, è particolare...
Non mi viene proprio in mente nulla, di cosa possa essere, ma la porto in tavola a fine pasto, tagliata a pastina-dolcetto, e tutti a studiare dal colore e dal sapore quali ingredienti fossero, chi diceva una cosa, chi un'altra...ci sono finalmente arrivata anch'io...la memoria si è risvegliata...la rapa rossa o barbabietola!!! Cerco nell'archivio foto e nel quadernone delle ricette...eccola, 

Testo e immagini di ivanasetti
Per la frolla di base:

200   g farina 00
25     g  mandorle non spellate, macinate non fini
70     g  burro freddo
2      c ucchiai di zucchero
1       tuorlo
un pizzico di bicarbonato, gocce limone acqua frizzante fredda qb
Con le dita impasto velocemente gli ingredienti, formo una palla, che lascio al fresco
 
Per la farcia
250  g  rapa rossa lessata e tagliata a bastoncini
200  g  mela golden delcious a fettine, gocce di limone
 
Crema per la farcia:
3 uova, 
2 cucchiai di farina
1  cucchiaio  colmo di zucchero
noce moscata e poca cannella
circa 70 ml acqua e latte

fare, sulla base di pasta frolla tirata a disco e messa nella teglia foderata con carta da forno, uno strato di mandorle macinate con alcuni frollini,
distribuirvi le mele a fettine irrorate col limone, poi i bastoncini di rapa rossa, versarvi sopra la crema semiliquida
cuocere in forno a 180°C per 45 minuti
 


 Ho già pensato un'altra variante...a domenica prossima!

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.
 




6 commenti:

Empress Bee (of the high sea) ha detto...

oh this looks amazing!

smiles, bee
xoxoxoxoxo

Anonimo ha detto...

Ah, ah, questa si' che è una bella storia! Ma vedi che i tuoi si fidano di te? Hanno assaggiato senza timori. Da Ivana si mangia "a scatola chiusa"! Cari saluti, CHIARA

ivana ha detto...

Ciao Bee!

It was an idea!

Have a terrific bloggers cruise, I'd like to be with you all!!!

Big hugs!

Smiles!

ivana ha detto...

Ciao Chiara!

Non ad occhi chiusi...ma curiosi di sapere che combina la nonna!
Oggi ho fatto di nuovo la treccia con zucca e sesamo, che è partitaa con loro, a casa!

Un abbraccio!

Fabipasticcio ha detto...

Cento ne fai e mille ne pensi cara Ivana!

Fabipasticcio ha detto...

Cento ne fai e mille ne pensi cara Ivana!