venerdì 30 luglio 2010

TORTA ROVESCIATA di MELE...mia maniera, improvvisata


TORTA ROVESCIATA di MELE



Da un po' di giorni mi frulla in testa l'idea di fare una torta rovesciata di albicocche o di susine...poi mi passa di mente...e la frutta finisce mangiata!
Solo dopo pranzo F 2 (figlio N° 2!!!) avvisa che saranno qui a cena per le sette...e saremo in sette, niente lavoro per me...si prendono le pizze!
Mi sento quasi in colpa...non fare niente mi suona proprio male, allora mi metto con premura a preparare ad ogni costo la tortina rovesciata...alla mia maniera, cioè a usta!!!
Una mela è sufficiente, semplice e sbrigativo!!!



150  g  farina  00
2       cucchiaini di lievito per dolci
scorza di limone
miscelare bene.

Sbattere in una ciotola, con le fruste elettriche
40  g burro scarso con
80  g  circa di zucchero semolato e
2  uova
 quindi aggiungere la farina alternando con
80  g  latte circa.
Si ottiene una crema densa.
 Preparare una teglia quadrata 20 x 20 cm:
  g 25-30 fettine di burro, ca., sul fondo,
scaldare sul fornello, aggiungere
 50-60  g   di zucchero cassonade Antillaise Eridania, bello biondo e dal sapore piacevole  e caramellare per 2 minuti; 



disporvi
una grossa mela golden delicious, cui sono stati tolti il torsolo e la buccia, tagliata trasversalmente a un cm e mezzo di spessore, riempire i fori centrali e le parti scoperte, con pezzetti di mela, o altro, noci, ciliege candite ecc...



 

Coprire  con la crema e mettere in forno scaldato a 170°C per 40 minuti!

Rovesciare dopo pochi minuti su un piatto da portata!.



Era davvero buona...mi stupisco sempre...la rimanenza l'hanno portata via!!!

20 commenti:

Empress Bee (of the High Sea) ha detto...

oh how good that looks! i make a pineapple upside down cake and once made a peach one but never apple. what a great idea!

smiles, bee
xoxoxoxoxoxo

ivana ha detto...

Thank you Bee!!!
I'd have done a peach, or plum or apricot upside-down cake, but we had eaten all the fruits!!!
Tomorrow the family is here, then a new cake to bake!!!
With apple is a french cake, but I do other way!
Have a great friday!!!

xoxoxoxoxo

Anonimo ha detto...

Sono qui davanti al pc con un bel caffè nero, amaro e bollente e leggo questa ricetta; ah! come ne vorrei una bella fetta :-))
Ciao, Francesca

Anonimo ha detto...

ivana
scusa per il doppio invio. mi e'scappato. io di cucine straniere conosco poco, se non quelle che ho assaggiato in pochissimi viaggi e quelle che ho assaggiato quando vivevo a londra dove abbondano i ristoranti etnici e avevo amici dai quattro angoli del mondo. ma mi piace comprare libri dei diversi paesei (anche ovviamente per lavoro: scrivendo di cucina, fra gli altri lavori, piu' sei informato, meglio e'). mi piace a volte cucinare indiano e mi piace molto la cucina francese...anche se, generalmente, io volo molto basso e mi concentro su piatti veramente semplici: less is more, per me (anche se riconosco la grandissima bellezza di una cucina "stratificata" come quella indiana, dove "more is more"...). non mi piace la cucina cinese (frase forse senza senso, considerando la vastita' del paese e quindi delle sue tradizini a tavola: diciamo che i libri di cucina cinese che ho sfogliatoe e comprato (uno solo).. non mi hanno quasi mai invogliato a cimentarmi con essa). non mi piace il sushi ma intuisco che la cucina giappo possa essere (soprattutto quella piu' sanguigna, quella che da noi non e' arrivata, ma di cui ho letto) fonte di piacevoli sorprese.
tuttosommato io mi muovo bene nella nosta cucina, di cui amo la semlicita' di approccio e di sintesi.
la tua torta sembra buona, mi ricorda una torta di un vecchio ricettario bertolini con Mariarosa.
... mi piace molto ogni dolce rovesciato e con la frutta: forse, per me, la palma spetta alla tart tatin, che io, nonostante molti tentativi, non so mai replicare cosi bene: viene ok, ma non spaziale come quella che i miei amici francesi sanno preparare ad occhio in 10 minuti, senza sbagliare mai. ciao e alla prox. stefano
ps devo contattare staff blogger perche' ogni volta che ti rispondo (come utente wordpress) arrivo a pagina di errore (mai capitato prima).ciao. s

ivana ha detto...

Francesca, ciao!

Sicuro che la rifaccio...mi viene l'ispirazione tutti gli anni da giugno ad agosto con la nostra bella frutta dai coloti solari!
Buona giornata a te...
Io ho preso il mio caffè nero un'ora fa!!!

ivana ha detto...

Stefano,
mica devi scusarti per il doppio invio!!!
Strano invece l'errore nell'invio del tuo commento!
Non avevo mai avuto sentore di questo!
Si deve cliccare la prima opzione di "commenti", dopo che sei entrato nella pagina commenti, mi pare, non quella più sotto!
Conflitto tra Blogger e Wordpress? Gelosie!!! ha...ha...ha..
La ricetta della pine-apple cake rovesciata, arrivò nelle nostre campagne circa trentacinque anni fa...a me non diceva gran che, ma le amiche ne erano entusiaste, almeno ci si liberava dalla routine dei nostri dolci antichi e semplici del bolognese!
Io mi ero fatta la mia versione più povera di burro e zuccheri...e ogni tanto me la faccio, ma mai con l'ananas.
Per le cucine esotiche ho parecchio, ma i quintali di libri e riviste sono ammassati in granaio...da alcuni anni ho fatto una specie di "tabula rasa"...vivo di credito, diciamo così...seguendo le mie già connaturate esperienze, e da alcuni anni ho un brogliaccio che quotidianamente riempio, che è già una montagna di quadernoni!
Pubblico qui solo una parte, perché spesso sono evoluzioni di preparazioni precedenti, sempre legate alla stagionalità...le zucchine in 70 modi, il pane quasi, e tutto il resto!
Cambio...se mi annoio, o passo ad altri interessi, come si vede da quello che pubblico!!!
Senza pretesa...è solo un mio divertimento da anziana, per tenere le cellule cerebrali in funzione...e per sopportare le tristezze della vita!
Buona giornata!!!

Anonimo ha detto...

Ciao Ivana

Chi sa, come verrebbe questa torta con delle pesche?Voglio provarlo,visto che c'è troppa frutta nel frigo.Mi rallegro tanto di leggere giornalmente le cose varie che scrivi,grazie.
Ti mando le foto promesse.
Ciao, un abbraccio caro
Vreni

dede ha detto...

quando chi improvvisa sa il fatto suo il risultato è sempre garantito.
buon week end Ivana

ivana ha detto...

Ciao Dede!
Grazie!
Infatti...per forza devo avere imparato qualcosa da anni di "esercitazioni" in cucina, per truppe e truppe di parenti e amici (chissà perché si festeggiava qualsiasi cosa da me...pur con una cucina così sempliciotta come la mia!!!)
Va be'...mi tengo allenata!!!

Un abbraccio Dede!!!

barchetta ha detto...

Buongiorno Ivana! che coincidenza, anch'io ieri mi sono data alle torte improvvisate (la mia è alla farina di mais e ananas, senza burro). Magari, quando hai tempo, potresti dare un'occhiata e dirmi cosa ne pensi, o darmi dei consigli per migliorarla, vista la tua esperienza!!! Accetto anche le critiche più efferate!
Fammi sapere,intanto un saluto, ti auguro buona giornata!

ivana ha detto...

Ciao Barchetta!!!

Guarda che io non sono per niente adatta a dare consigli...e poi penso che ognuno è libero di fare a suo modo come meglio può, si arriva lavorando e capendo da se stessi cosa non va...quindi si migliora per forza!!!
Vengo a farti visita!!!
Un abbraccio!!

Anonimo ha detto...

Cara Ivana
non mi piace quando trapelano ..."le tristezze della vita", nelle tue risposte.
Sappi, infatti, che ti ho nominata: mio mentore personale,
che tu lo voglia o no!!!
Tu, che parli di ricette semplici ma saporite, hai parole che vanno al di là degli impasti che fai e sai dare a chi ti segue: una marcia in più per affrontare le giornate! Ciao

ivana ha detto...

Grazie indianafr.!
nessuno è indenne dai colpi della vita!
Bisogna però scrollarsi da dosso le negatività e continuare...come se niente foesse!!! (magari!!!)
Mentore? Non è forse un po' esagerato?!!!

Ciao, buona serata a te!!!

ivana ha detto...

Cara Vreni
sai che con le pesche avevo provato l'anno scorso...ma l'impasto che avevo fatto era poco adatto, questa invece è molto buona, la rifaccio per domenica, che sono qui a pranzo, e me l'hanno richiesta!!!
Sai che ho recuperato il messaggio, che nella casella della posta non mi era arrivata, l'ho vista adesso nel Blogger, cioè nell'avviso interno al blog!!!

Grazie...avrai visto le foto che ti ho inviato!!!

Un abbraccio!!!

barchetta ha detto...

Ho appena letto il tuo commento sul mio blog, ti ho risposto lì, ma ti rispondo anche qui!
La farina di mais che ho usato è biologica e macinata a pietra, non so quanto sia adatta ai dolci, non l'avevo mai usata, ma ero curiosa di assaggiare un dolce alla farina di mais, personalizzato, e mi sono detta "perché no?".
Dal momento che quando leggo il tuo blog rimango sempre colpita dal tuo modo di esporre le ricette mi è venuto spontaneo fare appello a te! Di sicuro tornerò a farlo anche in futuro e sperimenterò il tuo metodo; comunque è venuta soffice ma al tempo stesso compatta..non era male, ma si può migliorare, e la voglia certo non mi manca!
Comunque, (leggendo gli altro commenti, se posso permettermi di dire la mia), Ivana, credimi che, da come e cosa scrivi nel tuo blog, tu non sei per niente 'anziana', tutt'altro!
un bacione :)
..ah, mi chiamo patrizia!

Anonimo ha detto...

cara ivana, da quello che leggo le tue cellule grigie sono belle arzille e pimpanti.
salut
stefano

Thankful Paul ha detto...

Delicious looking Ivana. I guess I should do some baking. This weekend we are going to go to a birthday party for Cole, Emily's little brother. He's turning 2 years old. Last night I put to together his gift. It's a scooter and grampa did all by himself. I'm not usually good at using nuts and bolts and pieces of things. Especially when it comes to using wrenches and torque whatever that is but I did finally get it completed. Hooray for me. Ha,ha,ha.
Emily is doing well and we very happy for that. Every time I think about what happened it just scares me of what the result could have been. Thank God and thanks for all the prayers that people said.
Now I have to do some work in the house. Ciao my friend.

Paul

ivana ha detto...

Cara Patrizia,

sei giovanissima...vedrai ce trovi benissimo la strada per fare cose sempre più complesse e perfette!
Per il compatto, ti ho parlato nel commento, che forse dipende dal etodo...inoltre bisogna alternare sempre farina e liquidi, nell'ultima fase della lavorazione!!!
In bocca al lupo!!!
Un bacione!!

ivana ha detto...

Ciao Stefano,

grazie...gradisco...anche se...gli anni ci sono!!!

Buona serata

ivana ha detto...

Hi Paul!

Thank you!

Your gift is wonderful, because it's made by yourself...it's precious!
I'm very glad that Emily is doing well...it was a great preoccupation...it's so, we granparents worry so much about our grandchildren, especially when it happens in our house!
To day my three kids were here...so many meatballs and spaghetti...so I did think of yours!!!!

Have a serene Friday!

I think also of Mary Lou and her feeling about Emily!
Hugs for you all!!!