domenica 3 luglio 2011

CROSTATA con PRUNUS NIGRA, la prugna selvatica

Il PRUNUS NIGRA, come il Mirabolano, è un albero ornamentale dei nostri giardini!
In genere ha solo pochissimi frutti, ma questo alberello quest'anno ne è molto ricco!


Abbiamo raccolto le rosse prugne selvatiche, che in genere venivano cotte con un poco di zucchero per avere il dessert dei tempi magri, in campagna!



Ho di nuovo preparato una crostata, perché il sapore di questo frutto, non troppo dolce, si sposa bene con la pasta frolla o brisée, quella povera che faccio io!
Non sono amante di cremosi, pannosi e decorati dolci, ma di semplici crostate e ciambelle dal sapore e dalla foggia antichi!


Intanto che si raffredda il tutto preparo la brisée:

180 g farina 00 tre grazie
70 g burro freddo a fette
2 cucchiai di zucchero
1 pizzico di bicarbonato e gocce di limone
scorza grattugiata di limone

fare briciole con farina e burro e zucchero, allentare con acqua frizzante e fredda, da avere jun panetto morbido

Con pazienza togliere tutti i noccioli dalle prugne, metendolo in un capace passaverdure, e con le mani tastare e togliere, così si ottiene una passata molto liquida
Per addensarla


ho mescolato un cucchiaio e mezzo di zucchero con due cucchiai di farina, un uovo e un pizzico di misto spezie, a cui ho aggiunto 350 ml di passata!


ho steso tre quarti della brisée sul fondo di uno stampo apribile di 24 cm diam., cosparso con briciole di tre frollini con gocce di cioccolato, e ho versato la crema!

A questo punto ho preparato i rotolini per fare la grata sul dolce...ma la trama si è sommersa, l'ordito invece sembra aver resistito...sempre le mie solite "carlonate" (alla carlona!), non me ne cale...la crostata è una delizia, i bastoncini affogati sono cotti bene, la crosta è frolla e la farcia è morbida ma asciutta!

Insomma, dalla mia poca dimestichezza con l'estetica in cucina...ho ottenuto un dolce rustico saporito!

Arrossendo...pubblico la foto!



Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.


8 commenti:

Empress Bee (of the high sea) ha detto...

the queen of hearts, she made some tarts! beautiful!!!

i stuck in my thumb and pulled out a plum and said what a good girl am i! ha ha ha

too much fish oil? funny day today...

hugs, bee
xoxoxoxoxoox

roberta ha detto...

Brava nonna Ivana! anche io amo le cose semplici, poco arzigogolate!!!!!!! mi piace molto il tuo blog!!! a presto

Sandy B ha detto...

What a feast for my eyes! I'll take a slice, thank you very much:)

We are getting on the road in awhile, but will not travel too far today.

Big Sunday hugs, my friend...

ivana ha detto...

Cara Bee!
have a plum...or some more!!!
Glad you have a funny day...I too, i had a great visit to Nonantola!
Now I go to my sister' with friends!!!
Big hugs!!!

xoxoxoxoxo

ivana ha detto...

Cara Roberta, ciao!
Benvenuta!
Grazie per le parole!
Buona domenica, un abbraccio!!!

ivana ha detto...

Ciao cara Sandy!

have safe and fine travel !!!
See you"
Big hugs!!!
xoxoxoxoxo

Bibliotopa, Italy ha detto...

Prugna o ciliegia selvatica?

ivana ha detto...

Ciao Biblio!!!!

Questa è una prugna, non è fruttifera, come il mirabolano, è abbastanza decorativo per giardini e viali per il suo fogliame rosso-nero!
Il frutto è grande come una piccola prugna, ha il picciolo corto...
E' una pianta di origine americana, si differenzia da quelle balcaniche che sono le "genitrici" delle nostre susine!

Questo ho appreso in giro!!!

Grazie, ciao!!!!