martedì 8 novembre 2011

TORCETTI PANE BIANCO nonna ivana

Ero partita per fare le mie rosette tradizionali di pasta dura e invece mi è scappata più acqua del dovuto, l'impasto era più morbido e non avrei potuto arrotolare la striscia per creare i crostini regolari!
Per noi crostino vuol dire l'estremità a spirale della rosetta, il pane tipico della mia zona, pane di nicchia, di cui parlo spesso! Il crostino è una parte squisita del pane, frolla, e dal sapore biscottato!


Allora ho fatto dei bastoncelli che ho piegato in due e avvolto.

 Testo e foto di ivanasetti


Gli ingredienti sono gli stessi


600  g  farina 0
150  g  la mia pasta acida, conservata in una tazza, chiusa in un sacchetto, a temp ambiente da  giorni
40    g  olio di arachidi
2  cucchiaini sale fino, 1 cucchiaino zucchero,  1 cucchiaino di succo limone
una puntina di coltello di yeast lidl, il solito lievito di birra secco, in bustina, una bustina mi serve per 5-6 volte
 ho usato circa 300 ml acqua tiepida

Sciogliere la pasta acida con parte dell'acqua  e frullare bene
Miscelare nel robot farina, yeast, sale e zucchero, versare la soluzione, l'olio e acqua finché si vede che pa pasta si incorda alle pareti.



Tolgo subito l'impasto dalla ciotola e lo lavoro a mano, questo è il passaggio più importante, occorre pazienza e fatica per ottenere una pasta liscia, morbida, viva sotto le mani! L'operazione consiste nell'usare i polsi per schiacciare e le dita per rivoltare i lembi verso il centro, passare dall'altra parte e continuare per una decina di minuti e più, da 200 e più manipolazioni!
La mia "cella" di lievitazione: la lavastoviglie!

Prima lievitazione, fino al radoppio un'ora e 15 minuti, ho manipolato ancora per un minuto e ho rimesso a lievitare, per altra mezz'ora, quindi ho confezionato i torcetti o torciglioni, facendo un rotolo di un paio di cm, (100 g di pasta ciascuno!), dopo avere trattenuto un pezzo di 150 g per avere la pasta acida per la prossima panificazione.




Li ho spennellati con olio evo e acqua tiepida.
Una seconda lievitazione di un'ora e mezza




In forno a 190°C  per 17 minuti, quindi per altri 45 minuti a 165°C.



Molto semplice, senza additivi, solo il lavoro delle mani e il controllo della lievitazione!



Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License











6 commenti:

Empress Bee (of the high sea) ha detto...

oh my! how beautiful... i'd love one of those split down the middle with some oil, vinegar, italian cold cuts, tomatoes, peppers, and lettuce. a meal fit for a king!

hope your back is better honey.

smiles, bee
xoxoxooxxo

ivana ha detto...

Ciao cara Bee!

I enjoy bread baking, I love the memory of our tradition!
A bit better, thanks!

Have a quiet Tuesday!!!

Big hugs!

xoxoxoxoxo

Fabipasticcio ha detto...

Splendidi davvero, se potessi me ne porterei due o tre via!
Buona serata carissima

ivana ha detto...

Buona serata anche a te Fabi!
Grazie!

Un abbraccio!!!

Anonimo ha detto...

Domenica ho riprovato con l'impasto del pane e, seguendo i tuoi consigli, mi è proprio riuscito bene ed ha avuto un successone! Bella l'idea dei torcetti, sei proprio bravissima e riusciresti ad aumentare anche l'appetito di mio figlio che fa tante storie quando si mette a tavola. Ciao e buona serata. Vanna

ivana ha detto...

Ciao Vanna!!!

Mi fa piacere, basta entrare...nell'ingranaggio, usare piccoli accorgimenti e adeguare lievitazione e lavorazione dell'impasto in modo accurato e la riuscita è assicurata!!!

Buon fine settimana a te e famiglia!

Un abbraccio!!!