sabato 25 aprile 2009

Crostata di mandorle del condominio

oggi ho rifatto la crostata con le mandorle, che guardavo fare ad Anita, ai tempi d'oro del condominio, quando eravamo spose giovani e competitrici! Anita era speciale in questa, io invece facevo torte farcite per i compleanni dei bimbi, mentre Vera si cimentava nelle rosette di pasta all'uovo al prosciutto, formaggio e panna e nel gnocco farcito con pancetta stesa. Vera, Giovanna non ci sono più, Adele è paralizzata, in carrozzella, Anita è traslocata, poi noi pure siamo andati da tutt'altra parte, le nostre allegre giornate a fare comunella in cucina, ridendo, giocando, sono definitivamente chiuse, ingoiate dal passato.
E qualche lacrima mi è spuntata fra le ciglia, stasera!



Ingredienti per la pasta base




Ingredienti per la farcia







Non l'ho fatta speciale come quella di Anita, che ci metteva tante mandorle, del cacao amaro, e solo chiare d'uovo sbattute a neve e burro a fettine steso sopra alla farcia, e lasciava le mandorle ben croccanti, tritate grossolanamente!
Una torta semplice, che faceva parte della sparuta schiera dei dolci locali, che si possono comprare ancora oggi dal fornaio, rustici e genuini.

Io oggi ho fatto così


200 g farina 00
70 g zucchero
50 g burro morbido
1 uovo e mezzo tuorlo
1 cucchiaino colmo di lievito per dolci
2 cucchiai di latte
scorza di limone grattugiata

Nel robot mescolare farina, lievito, zucchero, scorza, aggiungere burro e uova e il latte. Fare un panetto morbido e preparare la farcia. Nessuna di noi allora conosceva il robot e il tritatutto.

120 g mandorle macinate non troppo fini
1 tuorlo e mezzo,
2 albumi
50 g cioccolato fondente 60%
80 g zucchero
80 g burro
scorza arancia
noce moscata grattugiata

Sciogliere a bagnomaria burro e cioccolata fondente, grattugiarvi la noce moscata e la scorza d'arancia, lasciare intiepidire.
In una ciotola sbattere bene tuorli e zucchero, aggiungervi cioccolata e burro, mescolarvi lo sfarinato di mandorle, e infine incorporare gli albumi a neve.
Stendere la pasta sulla carta da forno per una teglia circolare di 26 cm di diametro, aiutandosi anche con un foglio di pellicola, perché non attacchi al matterello, spalmarvi sopra la farcia, mettere in forno per mezz'ora circa a 170° ad aria.
25/04/2009

12 commenti:

Empress Bee (of the High Sea) ha detto...

bittersweet. the cocoa and the memories. i know. as we age our friends start to go. the memories remain. but there are new friends to be made! no???

smiles, and hugs, bee
xoxoxoxoxoxooxoxoxoxoxoxox

ivana ha detto...

Ciao Bee!
Sure! New friends, new adventures, the curiosity of my mind help me keeping new nterest and passion!
Thank you, dear Bee!
Smiles!!!
Un abbraccio

Prez ha detto...

cara Ivana, mi sono commossa un po' anche io. Tutti noi abbiamo dei piatti che ci ricordano eventi particolari o persone care.Io stessa recentemente ho mangiato da una zia una torta che mia nonna faceva sempre quando ero piccola e passavamo qualche giorno estivo in collina. Mi sono venuti in mente tanti bei ricordi.

ivana ha detto...

Grazie a te Prez!
Il cibo è quello più legato alle memorie personali, per tutto l'arco della vita.
Ogni mio cibo ha sempre una connotazione anche di memoria!
Un abbraccio!

Byte64 ha detto...

Ivana,
questa ricetta assomiglia molto ad una che faceva mia madre, anche quella era una crostata con la combinazione cioccolato/mandorla, veramente da leccarsi i baffi.

Ci sono ricette che rimangono legate a periodi della vita, nel mio caso più che torte si tratta di pasta fatta in casa o di certe indimenticabili porchette cotte al carbone con gli amici.

Forse è persino meglio che sia così, se certe cose diventassero routine dopo non le potremmo più associare a dei bei ricordi di tempi lontani.

Ciao!
Tlaz

ivana ha detto...

Sì, Flavio!
Hanno valore proprio perché sono legate a periodi, situazioni, persone, al paese, e non c'è maggior stimolo che dell'aver provato terre straniere, per riconoscere nella propria terra una ricchezza incredibile!
Penso che tu sia d'accordo!!!
Buona fine settimana!
Grazie... saluti alla famiglia!!!

Rosetta ha detto...

Che bei ricordi Ivana, anche se semplice, è una torta molto speciale.
Buona domenica
Mandi

ivana ha detto...

Grazie Rosetta,
come ho accennato dall'altra parte, lavoro in cucina pochi giorni la settimana, ma ogni preparazione ha uno stimolo dal passato, o dai prodotti che so appartenere alla mia terra...e così mi emoziono e...vivo!!!!

Grazie a te!
Mandi!!!!

Solema ha detto...

Mi sono commossa perchè mi sono rivista nel tuo racconto; anch'io sposa giovane, in condominio avevo delle care amiche...la vita!! Ciao. Solema

ivana ha detto...

Ciao Sole,
hai ragione, molto di più di quello che si pensi la vita modesta, quotidiana lascia più ricordi e amicizie, che non i grandi eventi!
Grazie, cara!

Ciao

Fabipasticcio ha detto...

Ivana sei una fonte inesauribile di ricette, di ricordi, di meraviglie.
Grazie di tutto cuore!

ivana ha detto...

Grazie a te Fabi!!
Sei entile!!!!
Ciao...buona giornata!