lunedì 6 luglio 2009

Dove andrà questo mondo antico? L'INTRECCIO







Chi raccoglierà i saperi di una volta, le abilità e capacità di organizzare la propria esistenza traendo semplicemente dalla natura i mezzi per vivere degnamente?
Da anni vedo alla Sagra del Bensone, a Nonantola, ma è possibile trovare esempi simili anche in altre manifestazioni popolari, queste oasi di ricostruzione dei mestieri, dell'artigianato, ma anche delle attività svolte in famiglia.
Mi commuove vedere la vecchietta del centro sociale, che, stimolata da questi giovani ricercatori della tradizione e del folklore, mette a disposizione la sua antica abilità, forse un po' offuscata nella memoria, magari anche incerta nei movimenti, per le mani nodose e stanche, da decenni non più abituate a fare quegli antichi movimenti
Mi soffermo accanto a questi gruppi, curiosa di riconoscere quello che io stessa ho vissuto, o per verificare come sia possibile oggi reperire certi materiali o attrezzi, o fibre naturali, o piante, che un tempo servivano per costruire oggetti di uso comune!
Il portico della piazzetta è quindi occupato da questi gruppi, spesso sono le stesse persone, che tutti gli anni replicano la stessa presentazione; sono simpatiche persone, pazienti, un po' spiegano a loro modo, secondo quanto ricordano e io mi interesso tutte le volte, sempre felice di incontrarle di nuovo!

Nella piazzetta, protetta dal sole cocente di luglio con un allegro ombrellone colorato, una signora che non avevo mai visto prima, è occupata a rinnovare una sedia, mi sorprende il tipo di sedia, che poi riconosco, e pure il materiale, il midollino.
Un tempo le donne andavano lungo i fossati a mietere l'erba palustre, chiamata lesca, che serviva per fare il cordoncino, per impagliare sedie.
Molto usato era anche l'involucro delle pannocchie di mais, che dava pure una robusta fibra da intreccio usata per fare borse, sporte.

10 commenti:

Empress Bee (of the High Sea) ha detto...

corn husks? wow, i didn't know that. the baskets are beautiful and they do something like this weaving in the caribbean. they make hats too.

today i had a down day, didn't go outside, just did some chores in the house.

smiles, bee
xoxoxoxoxoxoxoxo

ivana ha detto...

Ciao Bee!
Sad you had a down monday...chores in the house are not my fav!
I wish you a great tuesday!!!
This activity was very important untill about 1950 or so, then the industry made other things.

Thanks!
un abbraccio!
xoxoxoxo

Scarabocchio ha detto...

Ciao Nonna Ivana!
è un vero "assassinio" veder scomparire le antiche arti e i vecchi, preziosi mestieri...
purtroppo è così raro trovare persone così altamente interessate da assumersene l'eredità!
:(

Bosina ha detto...

Che bel post, Ivana.
Grazie e un caro abbraccio.

ivana ha detto...

Ciao Anna!!!!

Hai ragione...che tristezza!
Facevano parte della vita stessa, delle necessità elementari e fondamentali!
Oggi abbiamo il superfluo...che si espande a vuoto da se stesso!

Un abbraccio!

ivana ha detto...

Grazie a te Laura!!!

Un abbraccio a te e alla tua famiglia!!!

Patricia Maéva aka Trisha ha detto...

Ciao cara, spero tutto bene, sempre bello qui, complimenti.
Ti ho messo un messaggio privato sul forum di cucinallegra. Ti auguro una bellissima estate, io tutto bene e mi sposo. :-)
Stammi bene, bacino

ivana ha detto...

Trisha carissima!!!

Grazie che mi hai avvisato!
Un mucchio di bene!
Un abbraccio!!!!

Sandy B ha detto...

Beautiful! I love baskets.
Hugs,
Sandy

ivana ha detto...

Ciao sandy!!!
grazie!
These are old crafts of our past tradition.
See you later!!!
Un abbraccio