venerdì 13 aprile 2012

SORAGNA, PICCOLA GUIDA di nonna ivana, Parte 2..

Riprendo il racconto della fugace visita a SORAGNA, di cui ho parlato QUI
Un paese silenzioso, poco frequentato in piena mattinata di sabato, il che ci stupiva, ma  proprio per questa ragione era più piacevole camminare nelle larga via che costeggiava le mura del castello, che si prolungava verso la campagna, per cui siamo tornate sui nostri passi.
Dalla parte opposta della via si ergeva un bel complesso, una bella chiesa a tre navate, in corso di restauro, affiancata da una struttura porticata da un lato, che forse era sede di istituti religiosi.
Passiamo di nuovo accanto alla torre con cancello sul parco della Rocca Meli, e lì si sta svolgendo proprio la cerimonia in onore dei caduti, nel giorno che chiude l'anno anniversario della Unità d'Italia.


Proseguiamo nella direzione opposta e ci soffermiamo a guardare i negozi sotto il lungo portico a sinistra della via Verdi, che ora ha un traffico più vivace, di auto e biciclette.


I palazzi sono decorosi, ripuliti e intonacati, ci soffermiamo su una piazza laterale, Piazza Garibaldi, un aspetto elegante, dai palazzi settecenteschi, sulla sinistra si innalza una bella chiesa con doppio colonnato nella facciata, è l'Oratorio di S. Antonio, la cui statua adorna l'arcata centrale del colonnato superiore




L'interno è davvero suggestivo, a una sola navata e con abside semicircolare, le coppie di colonne sono un motivo che arricchisce l'aspetto plastico, il progetto fu di Francesco Galli da Bibiena, facente parte della famosa famiglia del Settecento bolognese che operò in Emila e anche in Europa, per i teatri soprattutto, ma anche in palazzi e chiese, l'ora non è favorevole, per la luce diretta che entra e mi rende difficile fotografare.


I portici incorniciano la piazza per quasi tre lati e rendono questa parte di Soragna elegante.


Ritorniamo all'ingresso del castello, i nostri compagni di viaggio stanno uscendo, entusiasti della visita alle numerose stanze ricche di tesori d'arte del Principe Diofebo Meli


Anche il paese sta vivacizzandosi, il traffico è più intenso...un ultimo saluto alle belle forme antiche e ci rechiamo al pulman per ripartire...un ottimo pranzo ci aspetta!


Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.


8 commenti:

Empress Bee (of the high sea) ha detto...

oh my what beautiful architecture and art! lovely! how was the lunch?

i wait for the cable man today.

smiles, bee
oxoxoxoxoxo

Jean ha detto...

That place is beautiful! Big hugs from sunshiny Washington state. :-)

ivana ha detto...

Ciao cara Bee!

Lunch was super!
We ate in another little town, or better close to a Castle, that i'll write about!
It was a fantastic Saturday!

Have a lovely Friday off!

Big hugs!

xoxoxoxoxo

ivana ha detto...

Ciao cara Jean!

Thanks!
Here awfully rainy, and chilly!!!
The week end sounds a bit sad, without trip!

Have a great Friday...and amazing plans for your week end!!!

Big hugs!

xoxoxoxoxoxo

Anonimo ha detto...

Bella tutta la nostra Italia!!Anche quella minore e,proprio questa è lo scrigno di bellezza che ci meraviglia maggiormente, forse perchè non ce la aspettiamo. Da brava camperista è in posti come questi che mi piace andare, possibilmente ..lento...
Un salutone, Erminia

ivana ha detto...

Ciao Erminia!!!

Hai ragione, il turismo minore, quello che tocca paesi e cittadine delle nostre regioni sarebbe una grande risorsa economica, da valorizzare al massimo! Ho in programma gite a maggio, spero di potervi partecipare!

Qui sta piovendo di nuovo e fa freddo!!!

Un abbarccio!

Traveling Bells ha detto...

What a fantastic trip. Love the beautiful architecture, and seeing the insides as well. Thanks! Glad you had fun.

I am going to a play with three lady friends tonight. Fun!

Big hugs from chilly Georgia, honey...

ivana ha detto...

Ciao Sandy!

I bet that you had a lovely night at the play with the ladies!

Have a lovely Sunday, too!

Big hugs, honey!


xoxoxoxoxoxo!