mercoledì 20 ottobre 2010

CITTA' di CASTELLO /Perugia Un PRANZO al CANOSCIO... PARTE 2


La visita a Città di Castello si è svolta in poco più di due ore nella mattinata, ne ho riportato una caterva di foto, sempre all'insegna delle difficoltà contingenti della giornata, della fretta, avendo avuto noi un ritardo nell'arrivo all'appuntamento con Cecilia, la guida.

Devo corredare le immagini con notizie, devo studiarci ancora un po', quindi mi dedico al post sul programma che comprende il pranzo e le ore pomeridiane al Santuario di Canoscio.
Il Santuario si trova su una amena altura, sui colli umbri, a pochi km da Città di C., mi ha asserenata la natura ancora piena di colori e fioritura, ancora incontaminata dalla tristezza dell'autunno








Il ristorante si trova a un livello più basso del santuario, attraverso scale, addossati a muretti e costruzioni, si arriva a una lunga veranda coperta, un muretto ornato da vasi di gerani  ancora freschi e fioriti




Il locale è luminoso e i tavoli da nove posti sono tutti sistemati accanto alle vetrate, e tutto è pronto... Martina è la graziosa ragazza che porta il primo  "Lasagne" e qui...sobbalziamo, non avranno mica scelto il menù di casa nostra, qui in un posto lontano, in un'altra regione?
No, per fortuna, queste lasagne sono vegetariane, diciamo, con un leggero condimento a base di "pommarola" come ci dice Martina, "besciamella e parmigiano in pasta all'uovo"
Davvero ottime, e qualcuno fa il bis...



poi arrivano delle tagliatelline al sugo d'oca, anche qui rimaniamo basiti, tagliatelle ottime, come pasta all'uovo, e il condimento è delicato, sempre con il sapore prevalente di pomodoro fresco, insomma, anche qui qualche commensale fa di nuovo bis (non vi sto a rivelare i colpevoli!)



Un pranzo classico, che incontra il compiacimento di tutti...aspettiamo il secondo!
Martina arriva col suo vassoio, con una montagna di pommes frites, e arrosto di pollo, bracioline di agnello, e arista, seguiti da insalata mista.


Anche il dolce era semplice e gustoso



Naturalmente si tratta di un pasto da gita in comitiva, ma mi ha colpito positivamente la genuinità del cibo e la semplicità della sua preparazione...ho simpatia per gestori giovani, per personale capace, cortese, e soprattutto mi ha soddisfatto la bravura di Emanuela, la cuoca, che ho visto alla fine...
Buona fortuna, ragazzi!!!

Abbiamo poi trascorso tranquille ore pomeridiane,  passeggiando nei pressi del Santuario, nella pace di angoli dedicati al mondo religioso della devozione: una grotta che ricalca quella di Lourdes, la scalinata del Calvario,  il gruppo marmoreo della Madonna e gli Arcangeli Gabriele e Michele, e la grande Croce Luminosa, che domina  da lontano!  
 Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.

6 commenti:

Puddin ha detto...

Direi che era un pasto lauto in bella compagnia! Non chiederei di piu di un gita! Un abbraccio da ponente, P

ivana ha detto...

Ciao!!

Penso che sia per lo più lo scopo della maggior parte dei gitanti della domenica (qui del sabato, ma cambia poco!)
Ho citato il ristorante, come il solito io nomino solo quelli dove mi trovo bene...e in genere sto bene in trattorie e posti semplici e concreti!!!
Un abbraccio!!!

"Lois Grebowski" ha detto...

sounds like a wonderful day... the pasta looked yummy!

ivana ha detto...

Ciao Lois!!!
I really had a very good time!!!
Thank you!!!
Hugs!!!

Empress Bee (of the High Sea) ha detto...

i am so glad you had such a good time. it really looks like a lot of fun and the food looks wonderful. i like to see olives grow too.

i won at mahjong today!!!

smiles, bee
xoxoxoxoxoxo

ivana ha detto...

Ciao cara Bee!!!
I knew you 'd win!!!
My trip was very interesting and we all had good time!
I was with my sister Anna and other friends of our Parish!
I hope I may go to Florence in November, to visit again the UFFIZI!
Have a good evening!

Hugs!!!