Passa ai contenuti principali

Crostata con zucca e mortadella



Crostata con zucca e mortadella

Mica potevo tralasciare il connubio zucca-mortadella!!! Oggi mi è saltato questo ghiribizzo, mi sono catapultata in cucina e ho preparato la crostata salata e un castagnaccio alla mia maniera!









Pasta brisée

170 g farina 00
80 g burro freddo
30 ml acqua gasata dal frigorifero
un pizzico di sale

Farcia

300 g zucca gialla nettata
70 g sedano
2 spicchi di aglio
100 g mortadella
1 uovo
80 ml latte
50 g parmigiano grattugiato
olio per stufare la zucca
sale pepe noce moscata rosmarino alloro

Prepare la pasta brisée e metterla in frigo.

Tagliare la zucca a bastoncini stretti, il sedano a tronchettini, e l'aglio a fettine e farli appassire in padella con l'olio, aggiungere la zucca e condire con tutti gli ingredienti e cuocere per 10-15 minuti; fare raffreddare.
Preparare la crema a freddo: farina e latte in una ciotola, condire e stemperare bene, aggiungere l'uovo.
Stendere la pasta per la teglia da forno, con bordo alto 3 cm, forarlo con la forchetta, spargervi del parmigiano.
Tagliare anche la mortadella a dadini, mescolare formaggio, mortadella, zucca e crema e sistemarla sulla base, risvoltare il bordo verso l'interno e cuore in forno ventilato a 180° per 35'.
E' stata una cena gustosa

Annotazioni:
si può arricchire con altri formaggi morbidi.

Commenti

MANUELA ha detto…
Non ho mai provato la zucca con la mortadella!! che abbinamento strano...
Ma se dici che vanno d'amore e d'accordo li provo sicuramente.
Ciao Ivana e buona giornata
Michela cake designer ha detto…
Ivana questa deve essere mitica.
Che belle queste mele qui sotto.
Ne mangerei un chilo per tipo.
Anonimo ha detto…
Buongiorno Ivana!

In farcia, quanto farina?

(Io - non parlo italiano..)

//Jessika
ivana ha detto…
Ciao Jessica,
in questa crostata ho messo solo un cucchiaio da tavola (Tablespoon) (Essloeffel) farina!

Grazie per la visita!!!!!!

Ciaoooo!!!!
ivana ha detto…
Cara Manuela!
tutto è fatto al momento...se risulta discreto lo partecipo...solo che mi piacciono sempre.
Il bello è che vado in cucina per distrarmi dal PC, poi tutto quello che faccio lo metto nel PC...insomma un cane che si morde la coda!!!!!
Ciao e grazie!!!!
ivana ha detto…
Cara Michela,
è stata un a buona preparazione, l'ho fatta semplice, mentre se la rifaccio per i figli la arricchisco di più uova e più salume, ma per noi anziani era anche troppo ricca!!!!

Solo che ho anche ecceddenza di uova e...ci scapperanno delle crespelle...alla zucca!!!!
Grazie Miclela
Un abbraccio e bacioni ai tuoi bimbi!!!!
Anonimo ha detto…
Capito, grazie. Proverò a fare il crostata con zucca e mortadella.

Grazie per la vostra chiamata.

Vada a http://www.foody.se/. Cerchili là e scatti al & di Jessika & Jonas e molti delle nostre ricette verranno in su. Allora potete scattare sopra il " översätt" quale è una parola svedese che i mezzi traducono. Allora potete avete scelto italiano o l'inglese una vista le nostre ricette in quella lingua. La traduzione non è molto buona. A volte la uso per le ricette dell'italiano della lettura.

Capisco l'inglese e parlo svedese. Il mio italiano è appena abbastanza alimento d'ordinazione del för ai ristoranti in Italia.

//Jessika
ivana ha detto…
Ciao Jessika,
ho capito!!!!
Grazie!!!!

Ciao
I see you later!
Anonimo ha detto…
Cia Ivana!

Ieri ho fatto la crostata con zucca e Mortadella. Era molto molto buono..!!

È okej con voi che pubblico la ricetta al mio blog nello svedese? Ho fatto i piccoli cambi perché non potrei capire tutti nella descrizione. E non abbiamo quel "farina 00" nel negozio usuale. Ho usato la zucca dell'Hokkaido.

Buon Week End!
Jessika
ivana ha detto…
Ciao Jessika!

Sì, o.k.
Quale farina hai usato?

La farina 00 = 405 Deutsch
" " 0 = 550 "
00 = T45 France
0 = T55 "
or pastry flour = 00 and all-purpose flour = 0

Ciao!!!!
Anonimo ha detto…
Ciao Ivana!

Grazie!!!

Ho usato 2/3 del bianca del farina (farina di grano?) e 1/3 del grano duro.

Ciao!!
ivana ha detto…
Ciao Jessica,
Per la brisée non è necessaria la farina di grano duro! Ma va bene lo stesso!
Ciao,
buona serata!!!

Post popolari in questo blog

La vecchia salsa da lesso del suocero

Anche se poi non raggiungo mai il risultato equivalente! Tanto per cominciare si usavano solo i prodotti dell'orto, che un tempo erano un po' scarsini. Si dovevano avere essenzialmente questi ortaggi: non i bei peperoni carnosi di oggi, ma i diavolicchi verdissimi e piccantissimi, le pastinache, così chiamavano le carote, le solite cipolle e il sedano verde, e tantissimo prezzemolo; la rifinitura era l'aceto agro fatto in casa, con i rabbocchi dei resti di vino! (Non dovrei dirlo, ma 'sto aceto a volte era solo acido!) Vi passo le immagini della mia versione, come prassi, si va ad occhio! Senz'altro non eccedo in prezzemolo, perché mi piace vedere il pot pourrit di colori, inoltre do un finale tocco di addensamento con farina che proprio non ci dovrebbe andare, perché importante era avere la parte oleosa ben separata dalle verdure, mentre la farina dà consistenza cremosa.

PLATESSA al MICROONDE!!!

Il microonde è un elettrodomestico che mi piace sempre di più, sia a pranzo che a cena mi sono preparata due piatti semplici, simpatici...me lo dico da me stessa, ma in fondo anche il G. gradisce! Una confezione di platesse surgelate coop,  sono 6 filetti, per il pranzo delle Ceneri. Non sono molto amante dei pesci così delicati, piatti da malatini, mi ricordano le infinite volte che si preparano per bambini inappetenti, che poi lo diventano ancora di più! Nella padella si sbriciolano, non sai come voltarli, o ci fai una tale impanatura...che poi mangi solo pane bruciacchiato! O sono io che non so trattarli!  Stavolta invece ecco come ho fatto! Testo e immagini di ivanasetti 6  filetti di platessa scongelati, tenuti in un po' d'acqua e limone, poi asciugati 1  pomodoro maturo sodo e grande, tagliato a fette di pochi millimetri 1/2  limone, succo 2  cucchiaini di prezzemolo secco 2  cucchiaini di salamoia bolognese 2+2  cucchiai di olio e.v. 2       cucchiai di

BAMJE, OKRA; GOMBO ...un INCONTRO SERENO

Il G. ed io abbiamo fatto dopo anni ritorno alla casa di una coppia di amici, che purtroppo non ci sono più, erano molto più anziani di noi: Nella grande casa in mezzo al verde vive Roberta, la figlia minore...a lei dobbiamo portare il nostro saluto, ma anche le condoglianze per la morte prematura di sua sorella Luisa. Dolore e mestizia, ma il rievocare la nostra frequentazione per decenni della loro casa le ha addolcito quell'ora, distogliendola dal presente. Armando, il compagno rientrato dal lavoro, è  gentile e attento, lo vedevo qualche volta lì in casa, ma ora mi rendo conto quanto sia disponibile, premuroso... Dobbiamo venir via...ci accompagnano, e viene il discorso del cibo, e Armando ci presenta il suo orto, e non solo... Una striscia del parco è adibita ad orto, piante di pomodoro, sostenute da frasche di legno, melanzane violette e un quadrato di rigogliose foglie verde scuro, che mi ricordano l'ibisco e il malvone...questa pianta Armando voleva proprio mostra