venerdì 12 dicembre 2008

Dal Cile all'Argentina

Riceviamo da Elena!!!


.........




".............Martedi' 9 giornata persa a fare l'autostop, ma è la dura vita delle autostoppiste!
A Puerto Puyuhuapi la Carretera era chiusa fino alle 14, ma appena aperta per fortuna ci hanno caricato, come al solito, sul retro di un furgone dove eravamo sedute tra corde e badili, e ci hanno portato fino ad un brutto paesello dove, dopo due ore di attesa, un gruppetto di anziani ci ha portato fino a Villa Santa Lucia. In un giorno intero abbiamo fatto solo 150km, ma la giornata persa è stata ricompensata da una notte originale!
Villa Santa Lucia è un paesino di poche decine di case disposte sul bivio della Carretera per l'Argentina. C'è solo un ostello ma a noi non piaceva, cosi' abbiamo insistito, alle 9 di sera, per trovare un altro posto e, chiedendo in giro, siamo capitate in una casa ancora in costruzione dove ci ha accolto una coppia stupita del nostro arrivo, ma molto accogliente. La casa sarà presto un ostello, ma per ora è un cantiere aperto senza acqua calda, ne' camere ne' energia elettrica. Siamo state le prime ospiti! Abbiamo fatto una doccia praticamente gelata (ma assolutamente necessaria, non avete idea di come eravamo ridotte dopo giorni di polvere della Carretera), cucinato la cena parlando con i nostri ospiti, ci siamo spostate per casa con una candela ed abbiamo dormito in letti improvvisati preparati al momento per noi. Mattina sveglia al canto dei galli e colazione con pane e marmellata fatti in casa!

Se il giorno prima aveva perso tutto il giorno per fare pochi chilometri, la mattina dopo abbiamo trovato subito un'auto con cui arrivare in Argentina, e ci siamo arrivate sedute comodamente sui sedili posteriori di un'auto nuova con tanto di aria condizionata al posto della polvere!
Il ritorno in questa parte delle Ande è stato folgorante: nell'arco di pochi chilometri il paesaggio di montagne verdi e fiumi rigogliosi del Cile, ha lasciato il posto alla steppa della Patagonia Argentina. Siamo arrivate ad El Bolson, dove ci troviamo ora, percorrendo altri 100km della mitica Ruta 40 (che qui pero' è asfaltata)................" Elena

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Ivana! Mi fa tanto piacere averti scoperta su Cooker e poi apprendere che conosci l'Argentina e il Cile! E' da pochíssimo tempo che sono su Cooker, ho 61 anni, e per dire la veritá non sono tanto pratica per inserire ricette e rendermi utile al sito, ma piano piano ci proveró. Mi chiamo Liliana in realtá.

ivana ha detto...

Cara Liliana,
benvenuta e grazie per la visita.
Conosco questi paesi solo di riflesso, mia nipote sta facendo un lungo viaggio di quattro mesi attraverso l'America del Sud...e io ricevo il diario di viaggio, con foto e osservazioni...tutto qua!!!!
Complimenti anche a te che stai navigando con questa macchina magica!!!!!

Ciao!!!

dede ha detto...

certo che viaggia eh, questa nipote!
beata lei che può stare quattro mesi filati in un posto, è quello che fa la differenza tra il viaggiatore e il turista

ivana ha detto...

Dede cara,
è un modo affascinante e giovane di viaggiare, con anche interessi culturali, sociologici, letterari...spero che questo "periodo blu" del sogno di Elena sia fruttifero...poi che i binari soliti della vita la indirizzino a una realizzazione più "sedentaria"!!!

Grazie, ciaoo!!!