mercoledì 10 dicembre 2008

Filosofia della quotidianità, nonna ivana in cucina




A proposito di crostate salate!!!

L'economia del mio frigorifero è presto detta: uova, burro, yogurt casalingo intero, mortadelline a forma di palla da basket, trancio di prosciutto crudo di Modena, speck tirolese (che è prosciutto, non pancetta), confezione di prosciutto di Praga, latte, parmigiano e spesso provolone, asiago, ricotta, quasi sempre zucchine, pomodori, e le preziose verdure di stagione ecc..
Mi trovo immancabilmente tutte le verdure invernali lessate dal G., quindi come contorno mi trovo sempre sul piatto, mezzogiorno e sera (essendo lui il cuciniere giornaliero per quasi tutta la settimana!), cavolfiore lessato, bietola lessata, cappuccio lessato...insomma una monotonia da morire!
Bene...che devo fare?
Nelle ore della "sua" passeggiata mi precipito in cucina e mi metto all'opera di trasformazione di una mediocre bietola in una sapida crostata da antipasto, per una cenetta dei giovani, per una scampagnata (alla sua stagione!). .
Naturale che ho già scelto una metodologia che non mi lascia in asso (specializzata sono!); 'ste crostate in famiglia piacciono, perché sono di nostro gusto, con profumi casalinghi, ingredienti reperibilissimi, a buon mercato.
Il fatto è che in freezer ne ho già una mezza dozzina...ma sono tranquilla: G.Luca, mio figlio, se le accolla con tanti ringraziamenti, un single ama queste cose (cinque o sei le ha già "prenotate" per le sue feste di Natale e altre!)....quindi son proprio fortunata, mi sbizzarrisco in cucina, divertendomi.
Penso di avere messo nel blog qualche esempio di torte salate, crostate, pies, erbazzone, strudel, che hanno un leit motiv che li contraddistingue: fare con quello che si ha, non sperperare, utilizzare anche rimasugli di salumi, formaggi, anzi sono proprio le minime quantità di giacenze in frigo, che stimolano la mia fantasia a tentare accostamenti, a giocarci insomma...va be', mica faccio cose da manuale, da chef, sono semplicemente piatti della nonna (io lo sono e come!), che ha ancora nella memoria il nero della carestia bellica, il crampo della fame che sconvolge lo stomaco.

Tutto qua....cucinario è questo!

Perché questo preambolo?
Per introdurre la prossima ricetta:

Crostata con bietole, mortadella e crema ai formaggi!!!!

...

8 commenti:

Empress Bee (of the High Sea) ha detto...

well ivana if anyone can do it honey, it's you! i shall wait!

smiles, bee
xoxoxoxoxoxoxoxxo

ivana ha detto...

Oh my dear!!
I'ld explain my fun with poor land ingredients in the kitchen!!!
Grazie, cara Bee!!!
The recipe comes soon!!!

Un abbraccio forte e buona giornata anche a te!!!!
smiles!!
xoxoxoxo

Bibliotopa ha detto...

per le verdure lessate, che ho sempre odiato, vale la pena dell'alternativa di cuocerle a vapore: stessa leggerezza, ma un gusto molto più saporito!

ivana ha detto...

Biblio cara,
hai ragione, noi le cuociamo sempre a vapore o nella pentola a pressione con la margherita o la griglia.
Lessate nel vero senso della parola, sono davvero odiose!!!!
Grazie!
Ciao!!

francesca ha detto...

torta salata allo scoazzume da frigo? Una delle mie specialita' :D

ivana ha detto...

Grazie Francesca!!
Sei umana anche tu!!!!!

Ciaoooooooo!!!!

Vera ha detto...

Ciao Ivana arrivo qui attraverso il blog di Francesca. Appetitosa la tua crostata specie a quest'ora. SLURP. Conosco bene i cuochi professionisti, (ho lavorato molti anni negli hotel della riviera) quelli bravi sono come te capaci di improvvisare. Facile leggere una ricetta comprare tutto quello che serve e metterlo insieme. Quella è solo manovalanza non cuina!
Ho finalmente trovato nel tuo blog la ricetta dei dei "sughi"' quelli di uva Grazie. Si lo so non è più stagione, ma le stagioni tornano e io ho una vigna.

ivana ha detto...

Grazie "Vera"!
Per i sughi...penso sia una delle chicche più vere che ho potuto riportare: sono, quelli di mia sorella, un pezzo di storia culinaria della mia cittadina, e chi ha la fortuna di assaggiarli ha la prova di un "nettare" divino!!!
Niente a che vedere con quelli commerciali o anche quelli improvvisati da "gente moderna"
In bocca al lupo a te, per il blog!!!
Ivana