lunedì 26 ottobre 2009

FRIGGIONE FANTASIA......SVUOTAFRIGO del LUNEDI'

Spero che zia (meglio prozia!) Ernesta, classe 1875, non si rivolti nella tomba...
metodo, tempi, ingredienti, parecchio stona in questo friggione, sarebbe il suo parere...non può capire che in questi quarantacinque anni che lei non vive più, io, e tutto il resto del mondo, siamo andati avanti....



lei lo vorrebbe vedere fatto in questo modo, cotto in abbondante strutto od olio a lungo, fino allo sfinimento delle fibre della cipolla e del pomodoro, e mio...proprio come si riscontra in questo padellone, il friggione classico delle nostre campagne...ma lo si trova solo alla Sagra dei Sapori, nelle piazze, riportato in auge da casalinghe volontarie!




Lunedì: mi trovo questi ingredienti rimasti dal fine settimana: poche verdure allo stremo, pomodori dell'orto raccolti un paio di settimane fa, nell'ultimo sprazzo d'estate, timo e basilico (un'eresia, direbbe zia Ernesta!)



procedo così: cipolla ad anelli fini, un cucchiaio d'olio primo strato!



Poi metto il secondo strato di peperoni tricolore,



terzo strato di pomodori, le erbe e uno spicchio d'aglio vestito



e qui zia Ernesta s'agita davvero: copro il tutto e proprio a pelo delle verdure, con coperchio sigillante, quasi.....salerò in ultimo



Inizia la cottura a fiamma bassissima, con pure piastra di ghisa interposta fra fiamma e padella; solo dopo un'ora scopro e mescolo le verdure, che sono umide e morbide ancora, ma non unte. Metto il sale marino grosso q.b.



ricopro e proseguo ancora per un trenta minuti.



E' ora di pranzo e solo per me, per improvvisa ispirazione, condisco un piatto di tagliatelle all'uovo con il friggione e abbondante scaglie di provolone pugliese piccante!!!! (Il G. condisce con il ragù alla bolognese solito!)



Fine della storia!!!!

6 commenti:

Empress Bee (of the High Sea) ha detto...

i am laughing at g eating his with bolognese sauce! i would like both!

today was good, dentist and rest and some light cooking. sarge is a bit better.

tomorrow canasta!

smiles, bee
xxoxoxoxoxoxoxoxo

ivana ha detto...

Ciao cara Bee!

Thanks!
I wish you both a serene night!
A domani!

Un abbraccio!

Bibliotopa ha detto...

perchè sale marino proprio grosso ?
e comincio ad appassionarmi
anch'io, auguri alla salute di Sarge di Bee

ivana ha detto...

Ciao di nuovo, cara Biblio!!!
Sale marino, perché fa parte del nostro concetto di sale puro, non addizionato con elementi chimici inerti o no, che lo rendono meno efficace!
Nelle preparazioni a cottura uso sempre sale grosso.
(N.B. l'aiòn che si faceva in casa era sempre sale di Cervia grosso, che si pesta con rosmarino e pepe e aglio!!!)

Bibliotopa ha detto...

Dalle nostre parti, appena passato il confine, è molto pubblicizzato il sale di Pirano, delle saline, immagino

ivana ha detto...

Senz'altro!!!

Il sito delle saline di Cervia è molto interessante...come belle quelle vicino a Trapani!!!
Io vivevo nel Baselland accanto alle saline di Salgemma...anche quel sito è ottimo!!!!

ciao!