mercoledì 19 novembre 2008

L' ORTO dei PENSIONATI e i vandali


Verso mezzogiorno ritorno a casa a piedi, una ventina di minuti per le vie e la piazza, poi in periferia, attraverso il piccolo parco!
Oggi avevo un'idea in testa, suggeritami da una ricetta letta in un forum, che utilizza la verza. Volevo entrare negli Orti dei Pensionati a fotografare tutti i bei fazzoletti mignon, con le belle verdure curate fino alla mania, cercarmi le belle macchie verdi dei cavoli, studiarmi la verza, chiacchierare con qualcuno!!!

Una signora sta sollevando foglia per foglia i radicchi verdissimi di una minuscola aiuola, calpestati, strappati...un altro signore si avvicina e così fra loro commentano qualcosa di brutto...mi rendo conto man mano che tutte le aiuole hanno dei segni di violenza, e mi vengono come dei brividi, toccata da questo scempio...i cancelletti ben chiusi con catene e lucchetti sono ancora integri, ma la siepe con la rete in un angolo lontano dalla stradina è stata sconquassata dalla furia, le capannucole con gli attrezzi forzate, una cattiva follia ha imperversato in lungo e in largo, mozzando cavoli, estirpando cespi di insalate, strappando le piccole strutture a riparo delle pianticelle delicate, le inteleature, le fasciature dei cardi..
Il fattaccio è stato perpetrato nella notte tra sabato e domenica scorsa, in questi giorni gli "ortolani-dilettanti" hanno raddrizzato, composto alla meno peggio, recuperato una parvenza di ordine, ma gli animi di queste persone sono ormai oppressi dalla sfiducia, dallo scoramento!

Così ho dimenticato la mia verza!

12 commenti:

Empress Bee (of the High Sea) ha detto...

vandals??? oh my. how horrible. who would want to kill a cabbage? sigh...

hugs, bee
xoxoxoxoxoxoxoxo

ivana ha detto...

Dear Bee,
i ask too, who???
But now some things are really horrible!!!!

Grazie, ciao!!!

un abbraccio!!!

unika ha detto...

mamma mia che cosa crudele....
Annamaria

ivana ha detto...

Cara Annamaria

Sì, una cosa crudele, verso gli anziani, che con tanto amore curano il loro fazzoletto di orto!!!!
Mi ha proprio amareggiata!
Un abbraccio!!!!

Scarabocchio ha detto...

Io è meglio se non commento sennò sfocio nello scurrile!

>:-(

ivana ha detto...

Sì, Anna,
davvero sono rimasta amareggiata!
Che si può fare? Questi sono spazi non tanto sorvegliati di notte, inoltre il verde, il parco sono un ricettacolo per i personaggi notturni, che protetti dalle tenebre, possono perpetrare le loro nefandezze!!!
Va be- ci sono pure dei fari, ma niente da fare!!!!

Proprio sono basita!!!!
Grazie, cara!!!

Luca and Sabrina ha detto...

Da come descrivi gli eventi si tratta sicuramente di ragazzini. Certo non di qualcuno che aveva fame, perchè si sarebbe portato via qualche capolavoro curato con amore e ricco di profumi e sapori. E' triste dover immaginare ragazzini che fanno queste cose. Lo ammetto (Luca), da cinni, siamo andati a far sparire un qualche cocomero, qualche melone, le ciliege, le mele, le pere dai contadini della zona, ma mai abbiamo devastato, rotto o ancor peggio umiliato il loro lavoro. Come "cinno" vorrei chiedere scusa per loro, come "adulto" vorrei vedere la faccia dei loro genitori, non per rimproverarli, ma per capire perchè il rispetto non è più cosa da insegnare ai figli.
Condividiamo la tua tristezza e, anche se solo virtualmente, abbracciamo te e tutti i NONNI che curano i loro orticelli. Baci da Sabrina&Luca

ivana ha detto...

Non lo so, caro Luca,
se sono davvero cinni, come dici tu!
La zona attira degli strani figuri, che di notte si trasfigurano in diavoli!
E- stata bruciata la bella baracchina in legno, un bar per le strutture sportive e musicali vicine agli orti, e non erano ragazzini.
Ma mi facevano pena davvero gli anziani che stavano solo lavorando da giorni per ripristinare alla meglio l-aspetto delle aiuole!!!
Speriamo che non si ripetano!!!

Bibliotopa ha detto...

che tristezza!

ivana ha detto...

Sì,

e meritava che menzionassi questo episodio riprovevole, doppiamente significavo per la violenza gratuita verso persone e cose semplici!

Grazie, buona giornata!

Maurina ha detto...

Ivana, mi sono venuti i brividi a leggere e a guardare la foto. Mi immagino dovesse succedere una cosa del genere alla mia mammetta, con tutto l'amore e la passione che mette nel curare il suo piccolo orto. Un abbraccio.

ivana ha detto...

Sì, cara Maurina,
te lo puoi immaginare...la signora stava proprio sollevando, foglia per foglia il radicchio calpestato, tagliuzzato e non so che cosa altro possano averci fatto...poi mi indicava l'aiuola accanto come da foto!!!
Un saluto alla tua mamma...e auguri per il suo orto!!!
Ciao!!!