lunedì 26 gennaio 2009

La minestra dello straccetto



Da tempo mi frullava in testa questa idea, di realizzare la minestra antica delle famiglie bolognesi!
Non era un' abitudine delle nostre campagne fare questo tipo di minestra, da noi si facevano i passatelli o la zuppa imperiale, che già ho pubblicato.
Ma amici bolognesi mi hanno parlato di questa loro usanza particolare di chiudere l'impasto a fagotto e cuocerlo a lungo nel brodo. Io non ho seguito le due ricette, una di una famiglia nobiliare, che ha una tenuta confinante con il podere che era nostro, l'altra di una signora camiciaia, pure lei sempre degli inizi del secolo 20°.
Una ha i pesi espressi in once e libre, l'altro a cucchiai!
Io ho fatto questa, un tentativo, naturalmente, che poi è finito in tragicommedia, visto che il G. ha preso 'sto fagotto, l'ha tagliuzzato a raglio, e cotto nel brodo.
Va be' qui l'estetica va a farsi benedire...ma il sapore era buono!!!





2 uova
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
3 cucchiai di farina
noce moscata macinata ,
un pizzico di pepe
sale

Una ricetta riportava tre ore di bollitura nel brodo, l'altra cottura fino a che era duro l'impasto!

Ho sbattuto le uova in una ciotola e ho aggiunto tutto il resto, mescolando bene, ottenendo una crema non troppo densa.
Ho bagnato e strizzato il tovagliolo, e vi ho legato la crema.
Ho messo un po' di dado in una pentolotta piena d'acqua, a caldo vi ho inserito il fagotto, fissandolo ai manici!
Ho cotto per 40 minuti.
Va tagliato a fette poi a dadi, dovrebbe avere un aspetto più regolare del mio...la rifarò!

14 commenti:

Dida ha detto...

Ma che meraviglia di ricetta, te la copio subito e la farò non appena avrò del buon brodo di carne. Grazie cara.

Bibliotopa ha detto...

ci farò un pensiero, ma intanto mi hai dato un'idea per il pranzo di oggi, che sono sola a casa con un po' di bronchite: mi farò "pasta butada" che sarebbe poi la tua zuppa imperiale o no? più o meno quella che dici, ma gettando l'impasto a filo nel brodo. Ottimo per malati, leggero e nutriente

Patricia Maéva aka Trisha ha detto...

Ciao cara, spero tutto bene, io ero in vacanza, ho potuto rilassare. Buona giornata, bacino

ivana ha detto...

Cara Dida,
grazie. Il brodo iniziale può essere anche diverso, ma quello di cottura deve essere classico, cioè buono!!!
Ciao cara e grazie!!!

ivana ha detto...

Non credo proprio, Biblio, la zuppa imperiale è una torta di uova, formaggio e farina cotta al forno, poi tagliata a dadini e messa nel brodo!
Quella che dici tu, mi sembra sia tipo stracciatella, o la minestra maritata, molto facile e veloce!!!
Ma in fondo sono gli stessi ingredienti e vale la pena farli, ci si scalda davvero ed è gustosa e nutriente!
Grazie, ciao!

ivana ha detto...

Grazie Patricia!
Hai fatto bene a rilassarti!
Ci sentiamo!!! Ho pochissimo tempo ormai, con tutta la mattinata impegnata, e nel pomeriggio con i lavori e la cucina, e il blog ecc...
Un bacione!!!!

Vale ha detto...

È una ricetta tipica del bolognese?
Ma va bene anche col brodo vegetale?
Io sono vegetariana, questa ricetta mi intriga... tra l'altro mio marito ha origini emiliane, chissà, magari la conosce...

ivana ha detto...

Ciao Vale,
una ricetta dei nonni dei nonni di oggi!!!!
L'ho fatta per omaggiare delle amiche!!!!
Senz'altro che la puoi fare vegetariana, anzi, penso sia importantissima per l'apporto di proteine nobili!!!

Grazie, ciao....

Bibliotopa ha detto...

sì, la nostra "pasta butada" è la stracciatella, fatta ieri a pranzo per tirarmi su dall'influenza

ivana ha detto...

Ciao Biblio!
Ti ha poi tirato su definitivamente????
Auguri!!!
Ciao!!!!

Bibliotopa ha detto...

tossisco come una vecchia catarrosa, ma l'appetito è buono e non ho febbre.

ivana ha detto...

Bene, sei sulla buona strada!
Io mi sentivo dei brividi addosso da ieri sera, poi non si è modificato niente, anzi sono stata persino un tre ore al freddo, con cuffia in testa ad assistere ai lavori di "salumeria" dai miei nipoti!!!
Ho un fracco di foto da sistemare!!!
Ciao, grazie!!!!!

Anonimo ha detto...

frequentero' spesso questa tua sezione. ho una passione per zuppe e minestre. ora tentero' creme e vellutate.
ciao
fiorella

ivana ha detto...

Ciao Fio,
non faccio molte creme...o meglio quasi sempre le stesse, che non sono mai uguali l'una all'altra!
Grazie della visita!
Ciao!!!