domenica 11 maggio 2008

Crostata con mele e crema

Non è proprio una torta per la festa della mamma: tanto me la portano, elegante, super...dalla gelateria, questa è solo un dolce della nonna!
ingredienti per crema e base di pasta da brazadèla bolognese

le fette di mele posate sulla base, su cui è stata spolverata la fetta biscottata sbriciolata

Versarvi all'ultimo minuto la cema pronta, a crudo






Ho fatto una crostata con mele e crema.

Ho usato la pasta da ciambella normale bolognese:

200 g farina 00
40 g burro sciolto
60 g zucchero
1 uovo
1 cucchiaino di lievito per dolci
Buccia grattugiata di limone
1 fetta biscottata per la farcitura

Per la crema:

· 25 g farina 00
· 50 ml latte
· 2 uova
· 1 cucchiaio di zucchero
· Un pizzico di misto spezie

1 grossa mela golden delicious e uno spicchio, a fettine e succo di mezzo limone


In una ciotola ho setacciato la farina con il lievito, fatto la conca e aggiunto uova zucchero e burro e la buccia di limone. Ho impastato in fretta, prima con la forchetta, poi con le mani, ho fatto un panetto e messo da parte.
Intanto avevo affettato le mele e irrorato di succo di limone.
In una ciotola ho mescolato zucchero e farina, stemperato con il latte e poi ho aggiunto le due uova e ho mescolato bene con una forchetta, per avere una pastella liquida.

Ho steso la pasta, trattenendo un pezzetto per il bordo, appoggiandola su carta da forno in misura per la pirofila rotonda di vetro. Ho schiacciato la fetta biscottata dentro un sacchetto da freezer con il matterello e l’ho distribuita sulla base di pasta, ho sistemato a raggiera le fettine di mela, ben compatte e vi ho versato la crema, solo al momento di mettere la pirofila nel forno già caldo a 170°.
Ho cotto per 30 minuti

8 commenti:

cat ha detto...

le torte di pasticceria, ne mangi una fettina e basta, queste torte di mela, ti vien voglia di spazzolarle via tutte, fettina dopo fettina!
che belle ricette solari Ivana...invidia per le iris di ambra - colore e proprietaria!, una meraviglia, saluti glosi cat

ivana ha detto...

Grazie C.A
una capatina me la sono fatta, dalle tue parti! Un eccellente Blog!
mi intrigano i tuoi panzerotti (ma hai preso il nome da altre parti o li chiamate così anche lì da voi???)
Guardo se trovo quelle foglie anche qui!
Buona notte e grazie della visita!

cat ha detto...

ciao Ivana, no no panzerotti è un nome assolutamente importato! qui le cose chiuse a panzerotto, dolci o saltae che siano, si chiamano Krapfen! 'notte anche a te, cat

ivana ha detto...

Capito!!!
Grazie..
Gute Nacht!

michela ha detto...

Grazie Ivana, io preferisco queste a quelle eleganti.
E poi la vera eleganza è nella semplicità.
Auguri anche a te per la festa della mamma.
ciao

ivana ha detto...

Grazie Michela,

almeno qui non ci sono sapori strani...mi sono già tanto abituata ai miei pasticci dolci in cucina, che non mi cimento più in cose barocche!!!!

Ma le ammiro in quello delle giovani che fanno cose meravigliose!

Ciao

Scarabocchio ha detto...

Questa torta è sia bella che buona!
E' bella perchè è un piacere guardarla, ed è buona perchè ha degli ingredienti semplici ma che messi insieme formano un tripudio di sana bontà!

ivana ha detto...

Grazie scarabocchio...

praticamente hai colpito il segno..io volo basso, faccio cose semplici, e spero sane, per mia scelta, non sono capace di elaborati dolci...proprio ci sono negata...ed ormai,mica imparo più!!!
Ciao