martedì 3 giugno 2008

Panini al farro e cumino

Panini ottimi, semplici da fare; con il robot tutto è più semplificato, e il risultato è sempre ottimo.






















Ormai mi sono dedicata al pane, accorciando tempi e fatica: uso il robot, impasto 500 g circa di farina, non desidero un impasto molle, ma sodo, come una pasta all'uovo per primi piatti.
Corrisponde a una infornata di una teglia grande da forno con 10 panini da 80 g a crudo.

150 g farina integrale bio di farro
400 g farina 00
25 ml olio e.v. d'oliva
1 bustina di lievito secco lidl
1 cucchiaio di semi di cumino
1 cucchiaino zucchero
1 cucchiaino sale
130 ml latte + acqua tiepidi
olio per spennellare.


Mescolare nella ciotola del robot, a velocità 4 le due farine e il lievito+ zucchero
Aumentare la velocità a 6, versare l'olio, poi gradatamente il latte e acqua, sale e cumino e fermare il motore, quando la massa si avvolge su se stessa allungandosi verso l'alto.
Ottengo un impasto sodo, che non abbisogna di altra farina, lo manipolo ancora a mano sul piano di lavoro, poi lo faccio lievitare in luogo riparato per un'ora, rompo la lievitatura, divido in 10 panettini, che arrotolo in mano a panino. Li sistemo in una teglia di Alu, foderata con due fogli di carta forno, e faccio lievitare ben coperti da teli.
Ho lasciato lievitare più a lungo, un'ora circa, ho preriscaldato il forno a 190-195° ventilato.
prima di infornare spennello con olio e acqua calda, per non fare sgonfiare i panini, copro per alcuni minuti poi inforno. Lascio circa 8 minuti e abbasso la temp. a 155°, ho impiegato 34 minuti totali. Spento il forno ho lasciato dentro ancora un paio di minuti.
La crosta è croccante, ma non dura, l'interno è asciutto, morbido.

8 commenti:

unika ha detto...

giornata intensa piena di lavoro...sei dolcissima...buonanotte a te:-)
Annamaria

ivana ha detto...

Buona notte!!!

Poesia ha detto...

Sono davvero ammirata dal tuo blog, e ci ripenso anche la sera, spesso, mentre sto per spegnere la luce e ripenso alle cose buone e meno buone della mia giornata.
E tu sei una di quelle buone, che vanno per il verso giusto.
Trovo che la tua delicatezza sia davvero sublime.
Sei davvero un incanto.
Grazie.

emilia ha detto...

Ciao, entro attraverso Sally, complimenti per il blog. Ti posso mettere tra i miei preferiti ? ciao e a presto :)

Luca&Sabrina ha detto...

Cara nonna Ivana, questi panini io e il mio Luca, li proviamo a fare, poi ti sapremo dire! Io ho imparato a cucinare da mia nonna, perchè è lei che mia ha cresciuta, adorava cucinare, era il suo modo, uno dei suoi modi, per esprimere amore e gioia di vivere. La sua cucina era un effluvio di profumi, io incantata la osservavo e imparavo. Il profumo del suo minestrone mi è rimasto talmente impresso dentro, che riesco ancora a sentirlo. Quando vedo alcune delle tue ricette, l'onda dei ricordi mi travolge! Grazie
Sabrina e Luca, anche se lui sta lavorando

ivana ha detto...

Grazie, Poesia...

un complimento articolato! Mi ritaglio un momento di distensione, se riesco, e leggo le tue righe...interessante!!!!!

Ciao...a risentirci!

ivana ha detto...

Grazie, Emilia...
fai pure...mi fa piacere...verrò a vederti...sono una nonna purtroppo dalla giornata superpiena!!!!

Grazie e ciao!!!

ivana ha detto...

Cara Sabrina e Luca!!!

Grazie...siete i miei nipoti virtuali preferiti!!!
Saluta il Luca...

Un abbraccio