giovedì 26 giugno 2008

Penne verdi alla melanzana


Primo piatto all verdure, che con il caldo sono da preferire ai ragù di carne.
per due persone:
180 g penne rigate verdi
120 g melanzana violetta
mezza cipolla
un gambo di sedano verde
2-3 cucchiai di vino rosso secco (noi abbiamo il lambrusco)
1 cucchiaio di passata di pomodoro
olio
sale pepe (peperoncino)
Tagliare la melanzana a fette non troppo sottili, salarle e lasciarle spurgare per una mezz'ora, sul secchiaio. Lavarle e asciugarle, tagliarle a dadi non piccoli.
Tritare la cipolla e il sedano, gli dà un profumo diverso, rosolarli dolcemente nell'olio extra vergine d'oliva in padella, aggiungere le melanzane e continuare a stufare, le melanzane devono essere morbide e non disfatte. Sfumare con poco vino.
Aggiungere la passata, sale e pepe.
Intanto si sarà fatta bollire l'acqua per la pasta, cuocerla al dente, scolarla e metterla in padella con un paio di cucchiai di acqua della bollitura.
Mescolare e servire. Formaggio grana a piacere.

11 commenti:

emilia ha detto...

Anche io la faccio spesso cosi', non con le penne verdi, il suchetto e' delizioso. Buon fine settimana :)

michela ha detto...

Buona anche questa...

ivana ha detto...

Va be'

@ emilia e
@ michela

devo confessare che sono i piatti di mio marito, cucina sempre lui e fa degli strani connubi...io non avrei messo il sedano...ma lui fa di testa sua e ..alla fine ci prende!!!

Lui non ha nessuna regola...però, funziona lo stesso!!

Grazie a voi

Bibliotopa ha detto...

e.. esattamente cos'è il secchiaio?

ivana ha detto...

Ciao Biblio!

be'...è il gruppo vasca e ripiano scolapiatti acciaio; invece che in un colino io appoggio lì le cose che stanno un po' a "fare l'acqua" amarognola, o il pesce a scongelare (mica ho il mare vicino!)o i pomodori a metà, capovolti e salati per dopo farli ripieni!!!
Sono mie operazioni "particolari"...così dopo do una risciacquata e via!!!!
Secchiaio...mi sembra si dica così...ma mica posso garantire...a volte mi scappano le parole, e se devo cercare quella giusta...non la trovo neppure a piangere in greco!!!
Ciao...buona serata..qui si boccheggia...magari venisse un po' di quel fresco che c'è stato pochi giorni fa!!!!

unika ha detto...

ecco un bel piatto di pasta e melanzane...pasta verde...devo provvedere:-)un bacio
Annamaria

ivana ha detto...

Qui usa molto fare anche in casa la pasta verde o anche diversa...hai visto anche la mia rossa o marrone o anche nera!!!!
Buona giornata Annamaria!
Abbraccio!

Bibliotopa ha detto...

da un forum trovato con google, copioincollo:

Perdonate l'ignoranza, ma cos'e` un "secchiaio"???

Acc! Un altro di quegli oggetti che cambiano nome da regione
a regione :)

Il "secchiaio" (detto anche "lavello" o "acquaio") è il lavandino della cucina, quello in cui si lavano i piatti (per l'appunto,"kitchen sink").

Propongo di scartare "acquaio" perché quello non l'ho mai sentito io :)

Parlando di gusti, il mio orecchio veneto gradisce "lavandino"
più di "lavello" (per me quello è un secchiaio, che diamine! :) ).

fine della citazione.


A scuola mi insegnarono acquaio, attualmente il termine in uso nel commercio è lavello, e a Trieste è "scafa" !

ivana ha detto...

Grazie Bibliooooo!!!
Lavello..ecco era quello ce mi sfuggiva...ma lavandino..in cucina mi sembra poco...perché è tutto un complesso ...secchiaio ci abbiamo fatto l'abitudine..o meglio orecchio!
L'avventura dei nomi...è infinita!!!!

Buon sabato!!!

Bibliotopa ha detto...

Lavandino ( lavandìn, a Trieste) è quello in bagno dove ci si lava le mani, per me. Lavamani ? Lavamàn c'è pure i dialetto, ma ho l'impressione che veniva usato per l'antico mobile che , quando non c'erano i bagni di ora, si teneva nella stanza da letto, piano ricoperto di marmo e la conca di ceramica con la brocca sopra ( una conca della nonna, con una spaccatura, ce l'ho ancora in terrazzo e ci sta l'ibisco in vaso)

ivana ha detto...

Ecco!!!
lavandein lo diciamo anche noi...ed è quello che abbiamo in bagno...almeno penso così io...lavello è anche quello del bagno di servizio, a vasca profonda per lavarci a mano le magliette e altro! o per insaponarci ...le cose più sporche!
Portacatino...ecco il vecchio attrezzo da camera da letto, magari con fiori in ferro battuto, lo specchio girevole sopra, un ripiano di marmo, i bracciali pr gli asciugamani...io ne ho uno davanti casa, di quelli più semplici, in ferro battuto che ho verniciato in verde e mi fa...da porta vaso!!!!!
Voglio metterlo in foto...curiose 'ste cose!!!!

Grazie...qui explorer non funzione..solo mozilla!

Ciao!!!!