domenica 3 agosto 2008

Dolce capovolto alle pesche

Un tentativo che va migliorato...penso che l'impasto vada bene anche come torta non rovesciata, mettendo la pesca sopra alla crema, prima di infornare!

Gli ingredienti


Con lo sbattitore elettrico è tutto semplificato e l'impasto risulta più omogeneo e soffice






Ecco un dolce da riminiscenze di cucina americana e francese, torte rovesciate e clafoutis, ammesso che possa essere ravvisata o l'una o l'altra!
L'avevo imbastita un anno fa, ora è tempo di rifarla, ma questa la voglio mettere ugualmente!
Mi sono sbizzarrita, ma poi mi sono accorta che deve essere migliorata, non nell'impasto, che è ottimo, e me ne meraviglio, ma per la risoluzione della frutta pelata e così a pezzetti messa sul fondo, che ha compromesso l'aspetto estetico, ma non il sapore.

3 uova
100 g zucchero
40 g olio
80 g farina
50 g latte
1 cucchiaino lievito per dolci
buccia limone
1 cucchiaino semi papaveri
Burro e zucchero per ingrassare bene il fondo della teglia.

4 pesche medie ca. 400 g

Mettere le uova intere e lo zucchero nella ciotola dello sbattitore, e frullare
finchè è bello sciolto (non montato), aggiungere l'olio a filo, i semi di papavero, poi setacciarvi sopra farina e lievito e buccia grattugiata di 1/3 di limone. Agggiungere il latte.
Ungere abbondantemente una teglia in porcellana da fuoco di 24 cm di diametro, spolverare con un cucchiaio raso di zucchero semolato, disporvi le pesche pelate, snocciolate e tagliate a dadi.
Versare la crema sulle pesche, risulta come una pastella semiliquida.
Infornare per ca. 35-40' a 165° ventilato.
Levare dal forno, lasciare riposare pochi minuti e capovolgere. Con attenzione usare una spatola per staccare leggermente prima i bordi, poi il fondo di pesche.
Altra variante con albicocche a fettine a raggiera.

(La prossima volta uso la teglia a cerniera)
Servire fredda.

6 commenti:

michela ha detto...

Veramente a me sembra ottimo anche l'aspetto estetico..me la mangerei tutta per assaggiare l'impasto..ma mi fido.
Ciao
Buona settimana.

ivana ha detto...

Grazie Michela,
buona settimana anche a te e ai bambini!
Qui fa caldo davvero...si sta bene in casa al semibuio!!!!

Ora sto preparando una strana inslata che mio marito non vuole neppure vedere!!!!

Bacioni ai bimbi!!!!

michela ha detto...

Grazie Ivana!!!
Un bacio anche a te.
Era quella qui sopra l'insalata che tuo marito non voleva vedere?
Ma poi l'ha mangiata?

ivana ha detto...

Proprio così,
non cede di una virgola...l'avevo preparata solo per me, e non mi sono pentita, era ottima, la salsina era davvero adatta a mescolare il sapore agrodolce!
Ciao Michela bacioni!!!

Anonimo ha detto...

Ivana cara, ma che bella ricetta, da copiare subito. I miei nipotini crescono benissimo, Lorenzo ha 4 mesi e pesa 8 chili ben distribuiti (è lungo) e la pediatra è molto soddisfatta di lui. Alice è una donnina, aiuta la mamma in casa. Ora sono in Sardegna e per un mese non li vedrò, già mi mancano.
Noi siamo a casa, andremo via l'ultima settimana di agosto se tutto va bene, speriamo...
Un abbraccio.

Dida

ivana ha detto...

Ciao Dida..

anche i miei sono via, a Castagneto Cardcci...mi mancano!!!
Ricetta improvvisata, ma andata bene!!!
La devo rifare in questi gorni, in attesa che arrivino i miei!

Ciao, cara...ci risentiamo!!!
Un abbraccio!