domenica 20 aprile 2008

VEZZANO FESTA ASPARAGO SELVATICO 2008 Parte 2: CHIZZE e GNOCCO FRITTO

Centro Sociale Giardini


La signora Ermanna farcisce le chizze


L'attrezzo per ritagliare le chizze


Chizze rettangolari ai due formaggi


Chizze a mezzaluna con ripieno all'asparago


i quadrati di pasta per gnocco fritto


Belli e fritti: chizze di due tipi e gnocco


Qui sono io all'opera: mangio gustando a piena bocca!









Chizze, gnocco fritto e il C.S. "I Giardini"


Siamo dunque a Vezzano sul Crostolo, nelle ore antimeridiane, in una piazzetta invasa da bancarelle di prodotti gastronomici tipici, di articoli vari di hobbistica, di bigiotteria, di ricami..ma soprattutto ci sono gli stand dove si preparano i cibi.
Lo stand del Circolo Sociale " I Giardini" è in un angolo della piazza, ancora poco frequentato al banco di vendita, ma all'interno del tendone le magnifiche Ermanna, Silvana, Anna e altre, stanno preparando le chizze!
Mica mi lascio scappare un'occasione del genere...mai avevo viste le chizze, che poi a guardarle sono il cibo antico di tante parti della terra, un involucro di pasta semplice o pasta da pane all'incirca, stesa a sfoglia non spessa, che viene farcito con ripieni vari, o formaggi o verdure o altro, richiuso bene, anzi pressato con i rebbi della forchetta poi fritto nello strutto.
Un tavolo bello approntato alla bisogna: Silvana sgrossa col matterello una palla di impasto, Anna passa il panetto piatto nella macchina sfogliatrice e la morbida sfoglia rettangolare viene farcita da Ermanna, che da una terrinetta lì accanto prende cucchiaiate di ripieno verde all'asparago, ripiega un lembo di pasta sul ripieno e con l'attrezzo costruito apposta ritaglia la chizza, che poi viene fissata schiacciando attorno alla semiluna con i rebbi di una forchetta.
Supervisore attivo è il signor Barani (spero di non sbagliare il nome!), che passa le chizze già chiuse al reparto friggitrice, che è poi un grosso padellone colmo di strutto fumante.
Il gnocco da friggere è più semplice: dal fornaio si acquistano i rotoli di pasta cruda, che poi vengono stesi e ritagliati a quadri o rettangoli e anch'essi vengono fritti nel padellone di strutto.
A mezzogiorno il pasto è pronto: alla cassa si paga l'ordinazione, col foglietto si va al banco e si riceve gnocco fritto, chizze di due tipi, un piatto di salume affettato misto, vino e acqua o bevande varie.
Un paio di tavoloni con panche ai lati ci accolgono nel secondo stand annesso, mangiamo tranquillamente, beviamo la nostra acqua minerale e...con un po' di malinconia ce ne allontaniamo...chi sa se ripeteremo l'esperienza il prossimo anno!!!!
Un grazie alle magnifiche nonne, tanto lo posso dire, erano quasi tutte anziane come me!
Il Circolo Sociale "I Giardini" di Vezzano sul Crostolo conta circa 180 Anziani Pensionati iscritti, che si raccolgono in una sala offerta dal comune in un bel palazzo sulla via principale del paese, dove possono trascorrere liberamente ore piacevoli di svago; sono tutte persone che possono ancora testimoniare alla comunità una inesauribile conoscenza della tradizione, dei mestieri e della cultura semplice di queste zone. 
Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.

Nessun commento: