venerdì 4 aprile 2008

Tarassaco per cena

Insalata di tarassaco


Mica lo trascuro il mio tarassaco del prato, lo tengo controllato e appena bello rigoglioso, dopo le tosate d'erba, mi precipito a tagliarne i cespi belli verdi....me li netto per bene, e così, grossolanamente tagliati ,me li condisco con:




una accciuga sott'olio, che spezzo con la forchetta, una spruzzata di limone, un cucchiaino di senape dal tubetto, un pizzico di sale e la mia cena è pronta!



2 commenti:

cuochetta ha detto...

cara Nonna Ivana, oggi al parco la mia bimba raccoglieva i denti di leone (fiori del Tarassaco) e pensavo al risotto dell'altra sera, per la prima volta l'ho provato ed è buonissimo! ma il mio l'ho comprato dai miei fornitori del mercato... quello con cui abbiamo giocato oggi era un "pò" inquinato AHIME'... la grande città non ti da garanzie...

un buon fine settimana

ivana ha detto...

Cara Cuochetta,

ma grazie!
Qui da me, spero, è meno inquinato, adesso è buono crudo, anzi l'amaro si sente pochissimo, condito così!
Ciao a te e bambina (peccato che non vi conosco!) Va be' un saluto a Torino!