venerdì 18 aprile 2008

Tortine al sapore di castagna

Gli ingredienti


Ottengo una crema molle


Rinnovo lo stampo per muffin!


Belli cotti e profumati


Da assaggiare subito!







Altra ricetta nata sotto le mani, ieri, intanto che facevo i panini attorcigliati:


Nel cercare le farine per fare il mio pane settimanale, ecco sbucare un sacchetto con un resto di farina di castagne...avevo fatto già nell'inverno delle torte, dei "papazzini" dei castagnacci, e ora mi elaboro qualcosa d'altro, magari utilizzando il metodo muffin; detto fatto e spiego come procedo:
prendo un foglietto, traccio una riga in verticale in mezzo e da una parte scrivo i pesi degli ingredienti secchi e dall'altra quelli dei liquidi.
E' come un gioco, posso gestire ingredienti diversi, basta mantenere la proporzione...Poi si fanno quelle piccole aggiunte di "sapori", per dare carattere al dolcetto!






125 g farina 00
70 g farina di castagne
30 g cioccolata fondente tritata grossolanamente
30 g uvetta da una bottiglia che non finisco mai di uvetta in grappa di moscato
noce moscata
2 cucchiaini di lievito per dolci
1 cucchiaino raso scarso di bicarbonato di sodio




1 uovo
70 g zucchero
100 ml latte
50 ml olio (evo, ma ci voleva di semi, che io non uso mai!)
50 ml rum fantasia (quelle bottiglie che si comprano proprio per i dolci!)
un pizzico di sale




Due ciotole, in una metto l'uovo, lo zucchero, il latte, l'olio, sale, rum; nell'altra le due farine e il lievito.
Intanto ungo bene con burro usando un pennello, gli stampini della teglia per muffin, comprata da poco, che devo spianare, metto anche un po' di farina e scuoto per distribuirla anche alle pareti unte. Preriscaldo il forno ventilato a 170°.
Sbatto con la frusta i liquidi, aggiungo le farine cui ho mescolato i lieviti e la noce moscata, mescolo rapidamente, aggiungendo in ultimo anche uvetta e cioccolata. Ottengo una crema semiliquida, quasi mi "spavento", pensando che non possa riuscire.....
Riempio le buchette dello stampo (qui sono riuscita a riempire a tre quarti solo 9 dei 12 buchi disponibili, la prossima volta starò più abbondante di un quarto !).
Inforno subito e mantengo la temperatura per 20 minuti, poi abbasso a 150°-155° per altri dieci minuti. Li abbiamo assaggiati quasi subito! Ottimi...

 Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.

6 commenti:

Nona ha detto...

Cara Ivana,
mi rimanderesti la ricetta con le castagne in autunno?:-D
Scherzo, sai.E' che io son mooolto imbranata col pc e non sempre riesco a ritrovare quello che vedo in giro e non so proprio salvarlo. In più non ho la stampante...... per cui, cara amica, devo ricordarmi il tuo indirizzo! E non solo per questa ricetta.
ciao ciao
nonapicia

ivana ha detto...

Ma Nona,
che dici??? Magari ve lo metto nel vostro sito meraviglioso, così ce l'hai a portata di mano!
Scusate...non è che avete letto più sotto delle ricette medievali???? Non vi interessa venire????
Ciao...un abbraccio e grazie!!!!

Imma ha detto...

Ciao Nonna Ivana! Mi ricordo di te quando aprtecipavi al forum di amici in cucina e mi piacevano tanto le tue ricette. Mi fa piacere sapere che pora hai un blog tutto tuo!!!!

ivana ha detto...

Grazie Imma...

che piacere!!!
Va be' qui si sta bene, nel proprio angolo, a divertirsi con le propie cose, in grande relax!!!!
Ciao!

unika ha detto...

vedi...i tuoi sono perfetti...anche quelli salati...non riesco a capire dove ho sbagliato....un bacio e buonanotte
Annamaria

ivana ha detto...

Annamaria,
non so come li hai fatti, almeno non ho avuto il tempo di guardare i link che hai messo! Ma è un problema forse di proprozioni fra ingredienti secchi e quelli liquidi, così ho capito dai siti americani!
Poi, visto che mi sono riusciti me li vario a mio modo, lasciando però le proporzioni!

Buona Notte a te e un abbraccio!