martedì 22 aprile 2008

Lago Azzurro

Vista dai laghetti sul ristorante

sulla riva si sistemano i pescatori

Ma la gola viene solleticata da gnocco fritto, salsine

e leggerissime tigelle, con il classico lardo, aglio rosmarino, e altre leccornie

i salumi e i sott'aceto stuzzicano ancora di più l'appetito

Ma se si vuole un bel pasto elegante, curato, tradizionale o nuova cucina, un' accogliente sala è a disposizione...

ma la veranda è la pià adatta per cene con amici nelle calde serate d'estate

mentre i pesci ci deliziano con acquatici giochi!



Lago azzurro
Non è poi tanto azzurro, ma verde, in tutte le sue tonalità, date dal riflesso dell'erba e delle piante che incorniciano le sue rive.
Un tempo c'era una fornace per i mattoni e grandi invasi d'acqua per la produzione appunto delle pietre.
Poi queste piccole attività sono state abbandonate e i terreni in un modo o nell'altro hanno subito degli interventi per ricavarne altre strutture.
Questi invasi, dalle linee disordinate, hanno invece incontrato una soluzione gradevole: una società sportiva di pesca li ha rilevati e da una pimitiva rozza sistemazione, con baracche per gli attrezzi, un piccolo chiosco per qualche bevanda, qualche panchina qua e là, vi ha realizzato una struttura per l'attività sportiva in tutta regola e in più si è aggiunto un bellissimo ristorante, con ampia veranda sulla sponda di uno dei tre laghetti, da cui si domina la distesa delle acque.
Un bell'ambiente anche interno, una sala da pranzo ampia, luminosa, un focolare maestoso domina dalla parete di fronte all'entrata.
Le porte-finestra danno sulla lunga ed ampia veranda, che nella bella stagione è adatta alle cene o anche al pranzo ai tavoli apparecchiati,.

2 commenti:

LARA ha detto...

E' IL MIO RISTORANTE PREFERITO, SIA PER LA CUCINA COME PER L'ACCOGLIENZA.
IL POSTO POI E' BELLISSIMO.
GRAZIE

ivana ha detto...

Ciao Lara!!!
Grazie...ci troveremo?
Sì, è un bel posticino, peccato che ora cemento e traffico abbiano sconvolto l'ambiente attorno...
Ciao!!!