sabato 12 luglio 2008

SUSINE di stagione



Strudel di susine

250 g farina 00
30 ml olio
1 cucchiaio zucchero
sale,buccia limone.

Farcia

800 g susine da pulire (700 g netto)
5 biscotti frollini
3 fette biscottate
30 g mandorle (questi tre ingredienti vanno triturati nel tritatutto, a sfarinato grossolano
80 g zucchero semolato
1 cucchiaino misto spezie
Burro per spennellare

In una ciotola intridere la farina con olio e acqua normale, grattarvi la scorza di limone, formare un panetto morbido e tenerlo sotto a una scodella calda per il tempo che si appronta la farcia.

Tagliare le susine a fettine abbastanza sottili.
Tirare la sfoglia molto sottile, su di un telo, finché non è bello largo, possibilmente rettangolare.
Spennellare tutta la superficie con burro morbido, distribuirvi sopra un po' del trito di biscotti, mandorle e fette biscottate, poi appoggiarvi le fettine di susine, di nuovo il trito, e spargervi anche lo zucchero, e una spruzzata di misto spezie o cannella a piacere.
Avvolgere aiutandosi con il telo, e formare un cilindro, alla men peggio, essendo molto morbido il tutto, metterlo a ferro di cavallo in una teglia rotonda, foderata con carta da forno, spennellare la superficie con burro morbido.
Cuocere in forno preriscaldato a 190° per 35-45 minuti.
E' possibile la fuoriuscita di succo, ma poi lo si "lecca" con gran gusto.


Sono fortunata che quasi tutta la verdura e la frutta che devo utilizzare in cucina, mi viene direttamente dalla campagna...ma è sempre così abbondante, che devo penare a trovare ricette. Oggi mi sono arrivati chili e chili di susine, belle mature, saporitissime.
Uno strudel e una crostata, poi pian piano preparo vasetti di susine al naturale, dimezzate e snocciolate, messe nel vaso, un cucchiaio di zucchero a vaso, poi 30 minuti di bollitura a bagnomaria!
Spero che non sia troppo caldo, davanti ai fornelli!!!!

10 commenti:

Luca&Sabrina ha detto...

Cara Ivana, tu sei alle prese con chili di susine e ci siamo già fatti coccolare gli occhi da quelle due dolcezze che hai sfornato, noi invece siamo alle prese con un bel po' di albicocche! Vogliamo sperimentare un dolcetto particolare e con le albicocche che rimangono.... hai qualche idea da suggerirci?
Ieri siamo andati alla sagra del pesce a Chioggia, abbiamo passato una splendida giornata, terminata con un'ottima cena. Oggi ci attende la sagra del tortellone a Bevilacqua, siamo tornati a leggere il tuo post al riguardo!
Buona domenica da Sabrina&Luca

ivana ha detto...

Ciao Sabrina e Luca!!!

Buona operazione-albicocche!!! Qui da me nel blog c'è una crostata sempliciotta e uno strudel albicocche lino, ma voi senz'altro strologate ottime soluzioni eleganti e sorprendenti...io sorprendo poco!!!
Chissà se il tempo tiene!!! Nel tardo pomeriggio dovremmo festeggiare in giardino da mio figlio il compleanno dei nipotini, Teresa due anni e Tommy 7....ma ora è già nuvoloso...
Per Bevilacqua andremo più avanti!
Oggi forno acceso con torte salate per la festa!!!

Un abbraccio!!!!!

Luca&Sabrina ha detto...

Andremo a vedere le tue ricette, starai scherzando quando dici che non sorprendi!!!
Auguri ai nipotini, sicuramente starai preparando torte salate che speriamo di vedere pubblicate in un post!
Ricambiamo l'abbraccio
Sabrina&Luca

ivana ha detto...

A rieccovi!!!

Dunque, appena sfornate due, altre due le ho tolte dal freezer, e andranno scaldate!
Sono semplicissime...di cipollotti e di zucchine, senza aggiunta di niente altro, a parte le uova e il latte per la crema, un sistema appreso mezzo secolo fa a Basilea...
Se passate in S. Petronio Vecchio, entrate da Igor!!!
Ciao carissimi!...

Bibliotopa ha detto...

Albicocche e susine? ma naturalmente negli gnocchi!!!!
fate la medesima pasta da gnocchi di patate e ci mettete dentro una susina o un'albicocca, possibilmente abbastanza piccole, snocciolate e con un cucchiaino di zucchero dentro( per le albicocche, va bene anche marmellata delle medesime). Chiudete il tutto e cucinate in acqua bollente, quando sono cotti li condite con burro fuso e cannella, c'è chi mette ancora zucchero e chi li rosola nel burro fuso ( ahi ahi il colesterolo!). Piatto unico triestino. Li vendono a un paio di euro ! al pezzo! nei negozi di gastronomia.

ivana ha detto...

Ciao Biblio!
Sono i famosi Marillenknoedel conosciuti in tutto l'arco alpino
orientale, no?
Mi hanno sempre attratto, ma in casa non li ho mai realizzati, ma appena sono da quelle parti non resisto!
Sono tuttavia sapori proprio in contrasto con i miei tipici, e per questo molto più goduriosi!!
Un'idea ottima...posso provare, afa permettendo!!!

Buona serata a te, e buon inizio settimana!!!

Anonimo ha detto...

Che torte meravigliose! Beata te che hai questa abbondanza di frutta, ti invidio, noi abbiamo avuto orto e alberi da frutta distrutti dalla grandine.

Dida

ivana ha detto...

Ciao Dida!

Anche queste prugne hanno preso la grandinata, per questo, non essendo commerciabili, ce ne danno a josa...di zucchine poi non ne parlo...sempre a strologare come farle, tra torte e ragù, ripiene , grigliate...siamo invasi!!!!
Buona settimana a te!!!
Un abbraccio!

michela ha detto...

Anche noi non avremo albicocche quest'anno, solo prugne e susine.
Gocce d'oro ed un'altra qualità chiara che non ricordo.
Non dire che le tue torte son sempliciotte!!!
Saran anche piatti semplici, ma io trovo che per fare i piatti semplici bisogna saper cucinare..sugli altri vien tutto coperto da aromi o altri sapori.
Anche io faccio sempre cose sempliciotte.
Ciao

ivana ha detto...

Qui parte tutto a scatola chiusa...le ultime torte che ho fattoe sono ben sei-sette da venerdì, solo lo strudel mi sono salvata..perché l'ho messo in freezer, e ogni mattina un trancio per la colazione...la crostata di prugne l'ha preso mio figlio!!!

Ciao Michela...a presto!!!