domenica 3 febbraio 2008

Passatelli di casa mia







Una preparazione semplice, ma con un carattere suo proprio. E' una minestra, che ha avuto sempre un certo prestigio nella cucina bolognese, e non solo. In casa nostra nei decenni non ha mai avuto modifiche, il suo sapore è rimasto immutato e io ve lo propongo tale e quale.Un tempo al posto del burro veniva usato il midollo di bue, per ammorbidire l'impasto.Molti forse fanno proporzioni diverse di pane e formaggio grattugiati, ognuno poi sperimenta da sé il metodo più gradito!

100 g pane grattugiato (bianco e non fresco)
100 g parmigiano grattugiato
2 uova maxi
1/2 cucchiaio farina
1 noce di burro morbido
sale e noce moscata.

Si monta un pochino il burro in una ciotola, si sbattono le due uova, si aggiungono formaggio e pane, si passa a mescolare con le mani. Con questi quantitativi si ottiene una bella palla soda. Si lascia riposare, anche una giornata. Io uso lo schiaccia patate, dai fori medi. Metto a bollore il brodo, poi stando sollevata sul tegame premo sull'impasto dentro allo schiacciapatate, e con una forchetta cerco di staccarli dalla base alla lunghezza di pochi cm. Si fa riprendere il bollore, si cuociono un paio di minuti, fuori dal fornello si incoperchia ,e si lascia un paio di minuti a riposare, poi si impiatta. Non occorre altro formaggio.

2 commenti:

.TelA ha detto...

Proprio quello che andavo cercando.
Dopo il successo, a dir loro, dei tortellini delle feste e per carnevale, ora devo proprio mettermi sul passatello.
Bene.

(Il "cerca nel blog" è un'ottima opzione da cliccare...)

ivana ha detto...

Ciao T.

Bene, ma devo dirti che sarà meglio mettere tre uova, io uso quelle di campagna che sono enormi, dimentico sempre, o almeno agli inizi, non ero molto descrittiva...poi non mi correggevo più!
Buon lavoro, quindi!

Sì, l'opzione è ottima, meglio che scorrere la caterva del sommario!

A risentirci!